L’Italia poteva contare su Parisse

Mathieu WARNIER, Media365, pubblicato venerdì 04 novembre 2022 alle 19:10

Non avendo indossato la maglia dell’Italia dall’ultimo Mondiale, Sergio Parisse ha dichiarato alla stampa di essere aperto a un ritorno in selezione la prossima primavera e per il prossimo Mondiale.

Sergio Parisse intende avere un vero addio. Selezionato 142 volte con l’Italia, il 39enne terza linea doveva lasciare la Squadra Azzurra al termine del Mondiale 2019 in Giappone. Tuttavia, a causa della cancellazione dell’ultima partita del girone contro la Nuova Zelanda a causa del tifone Hagibis, Sergio Parisse non ha potuto salutare in buona e debita forma la selezione italiana. Non avendo più indossato la maglia azzurra da allora, il giocatore del Tolone non ha mai nascosto la sua voglia di giocare con l’Italia un’ultima volta in carriera. Un’opportunità che potrebbe concretizzarsi nel 2023. Assicurandosi di essere in contatto con i vertici della Federazione Italiana Rugby (FIR), il nativo di La Plata ha però respinto l’idea di partecipare al tour di novembre. “Per i test match di novembre, non credo ci fossero le condizioni migliori per partecipare”, ha detto durante la conferenza stampa pre-partita a Tolone. Si avvicina il Mondiale ed è importante che l’allenatore approfitti di questa finestra internazionale a novembre per provare e vedere alcuni giocatori. »

Parisse: “Non ho detto no alla Nazionale”

Ma, per le prossime scadenze, Sergio Parisse afferma che tutto è sul tavolo. “Per il Torneo 6 Nazioni, se ci saranno le condizioni per partecipare, sarò disponibile, ha detto la terza fila. Non ho detto no alla nazionale. L’Italia è sempre nella mia testa e nella mia mente. “Aprendo le porte a un ritorno alle selezioni la prossima primavera, Sergio Parisse non si è fatto sfuggire una domanda sul prossimo Mondiale, organizzato in Francia nell’autunno del 2023. Affermando di “non alzare mai una barriera no limit”, l’argentino di la nascita ammette lo stesso che è “complicato per (a)progettare finora” ma senza rifiutare fermamente questa possibilità. “Attualmente non sono nella situazione di dire: sarò pronto e giocherò per questa scadenza, lui Ma non sono nemmeno in grado di dire che non giocherò il Mondiale con l’Italia.“Un’ultima selezione con la Squadra Azzurra contro la Francia il 6 ottobre a Lione deve senza dubbio pensare a lui.

READ  Giorgia Meloni, prima donna alla guida dell'Italia, entra in carica

You May Also Like

About the Author: Cosimo Fazio

"Evangelista di zombi. Pensatore. Creatore avido. Fanatico di Internet pluripremiato. Fanatico del web incurabile".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.