reggimento. Nelle varie fonti dei fatti e nel gioco dell’oca nel Musée de l’image d’épinal

La nostra società attuale, invasa dalle nuove tecnologie, non ha il monopolio delle fake news e dei veleni nelle notizie, trasmesse dai social network. La sezione notizie varie ha sempre successo. piccolo viaggio a Museo del pneumatico , che presenta una nuova mostra dal titolo “Miscellaneous Images and Facts / Jeux de l’oie”. La doppia galleria permette di raggiungere attraverso un piccolo viaggio indietro nel tempo.

Questo contenuto è stato bloccato perché non hai accettato cookie e altri tracker.

clic “Approvato”verranno depositati cookie e altri tracker e potrai visualizzarne il contenuto (maggiori informazioni).

clic “Accetto tutti i cookie”Autorizzi il deposito di cookie e altri strumenti di tracciamento per memorizzare i tuoi dati sui nostri siti Web e applicazioni ai fini della personalizzazione e del targeting degli annunci.

Hai la possibilità di revocare il tuo consenso in qualsiasi momento facendo riferimento alla nostra Politica sulla protezione dei dati.
Gestisci le mie scelte



Christelle Rochette, curatrice, Tornavano al fondo mai utilizzato della fondazione, in papere e, occasionalmente, in quelle occasionali newsletter su carta di qualità mediocre, vendute all’asta. E il suo contenuto altamente discutibile mostra che in termini di notizie e intossicanti, le immagini già popolari non erano nel pizzo. Escavatore messicano Posada Al cuore della mostra precedente ha contribuito anche questo tipo di schede informative.

dal quindicesimoe secolo, commerciano secondo gli eventi. Questi casuali avrebbero preso il nome di “anatre” nel 1830, termine che fino ad allora si era riferito a fake news. Si applica anche alla persona che ha venduto questi documenti all’asta. “Un fenomeno urbano, questi giornali hanno affrontato temi diversi che favoriscono notizie sporche e grottesche con un pubblico desideroso di eccitazione”, spiega il curatore. La sua opportuna selezione, attinta dal fondo delle immagini popolari locali e nazionali, permette di raggiungere questo obiettivo.

READ  Foot - Italia - L'Atalanta affronterà il Bologna e si accontenterà del podio

Questo contenuto è stato bloccato perché non hai accettato cookie e altri tracker.

clic “Approvato”verranno depositati cookie e altri tracker e potrai visualizzarne il contenuto (maggiori informazioni).

clic “Accetto tutti i cookie”Autorizzi il deposito di cookie e altri strumenti di tracciamento per memorizzare i tuoi dati sui nostri siti Web e applicazioni ai fini della personalizzazione e del targeting degli annunci.

Hai la possibilità di revocare il tuo consenso in qualsiasi momento facendo riferimento alla nostra Politica sulla protezione dei dati.
Gestisci le mie scelte



Delitti e incidenti

Dal delitto Banten (1869), l’omicidio di una famiglia a Roubaix da parte di un cittadino alsaziano di nome Tropmann (1869) per motivi malvagi, a quello di Sam Helen Gigadu (1851), passando per il ‘Lougris de la Goutte d’or’ caso che dovrebbe essere Bambini strangolati, possiamo vedere, attraverso molti documenti sorprendenti, la magia di vari fatti sul pubblico. È evidente la mediazione eccessiva degli atti criminali nel corso dei secoli. Un fenomeno amplificato con l’ascesa del giornalismo negli anni ’70 dell’Ottocento, testimoniato dalle prime pagine “croccanti” e talvolta sanguinolente di Le Petit Parisien o Le Petit Journal. Con la modernità, i disastri ferroviari, gli incendi, Inondazioni come alcolici Prenderà il posto… per saziare la sete di una stampa particolarmente desiderosa di azione. “Da Abele e Caino, il gusto umano per l’oscurità non si è evoluto”, ride francamente l’onesto.

sul pavimento, Jennifer Heim, Direttore delle Collezioni, Ci invita, nella seconda parte del viaggio in queste nuove collezioni, a una scoperta più giocosa sulle orme dell’Oca Giocattolo. Questo passatempo popolare dalle origini antiche e incerte non è cessato dalla sua nascita nell’Italia del XVI secoloe secolo, per rinnovarsi e ispirare il mondo della stampa. Questa distrazione a forma di spirale di 63 scatole, che è un intrattenimento un po’ sciocco essendo servito da insegnamento, divertimento e anche propaganda, ha ispirato i creatori di media per bambini. Prima di diventare un oggetto pubblicitario.

READ  La meravigliosa frase di Mourinho per sedurre Ibrahim quest'estate

Scopriamo meravigliose rappresentazioni tra cui una stampa italiana di Valerio Spada di Bologna (1650), realizzata in bassorilievo. Ma anche le origini del nome, mutuato dall’acqua di palma servita sulle tavole festive… da scoprire se si ascolta bene.

“Foto e fatti vari / Giochi d’oca” fino al 21 maggio 2023.

You May Also Like

About the Author: Drina Lombardi

"Analista. Creatore. Fanatico di zombi. Appassionato di viaggi. Esperto di cultura pop. Appassionato di alcol".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.