L’Irlanda surclassa l’Italia con il punto bonus offensivo

La partita: 10-48

Dopo due sconfitte contro il Galles a Cardiff (21-16) e contro la Francia a Dublino (13-15), gli irlandesi si sono trasferiti in Italia con l’obiettivo di rompere la serie negativa. A Roma i giocatori di Andy Farrell non hanno avuto grosse difficoltà a prendere la misura di un debole quindicenne transalpino, ancora una volta superato quando il suo avversario ha deciso di accelerare.

Se la seconda fila Iain Henderson aveva inizialmente appiattito una meta rifiutata ingiustamente dall’arbitro, è finalmente il centro Garry Ringrose ad aprire il festival irlandese (11 °), prima di Hugo Keenan (31 °) poi Will Connors (36 °) non arriva a punire la generosità difensiva della Squadra Azzurra. Anche se Johan Meyer suonava una parvenza di rivolta prima della sosta (40 ° + 2), l’Italia non ha mai potuto credere alla vittoria a cui insegue dal 2015 nel Torneo.

Senza essere brillante, l’irlandese ha vinto il punto bonus offensivo alla ripartenza dopo una prova in forza del potente CJ Stander (43 °). Il conto avrebbe potuto essere più salato se l’arbitro francese, Mathieu Raynal, non avesse rifiutato due nuove mete ai compagni di Johnny Sexton. Connors si è comunque offerto una doppietta dietro ad un solido gruppo penetrante (66 °) poi Keith Earls ha concluso la partita dopo la sirena (80 ° + 1) per dare una scala più impressionante al punteggio di una partita non molto entusiasmante.

8

Gli italiani non hanno più battuto l’Irlanda per 8 anni. Era il 16 marzo 2013 a Roma (22-15). Da allora, sono su una serie di undici sconfitte contro le quindici di Clubs.

Il giocatore: Tadhg Beirne impressiona ancora

Solitamente utilizzato in seconda fila, Tadhg Beirne ha giocato questa volta sull’ala della terza fila a Roma. Il flanker ha ancora una volta realizzato una partita solida dopo la sua prestazione XXL all’inizio del torneo contro il Galles (sconfitta per 16-21).

“Tadhg porta molto con e senza palla, e nella conquista, con James Ryan e Iain Henderson, sono stati molto forti, soprattutto nei touch”, ha spiegato l’allenatore Andy Farrell prima della partita contro l’Italia. Contro i Transalpini, Beirne non è stato efficace solo nella formazione dei Verdi. Ha anche portato la palla per far avanzare la squadra, battere i difensori (2) e affrontare rigorosamente (10 volte).

You May Also Like

About the Author: Cosimo Fazio

"Evangelista di zombi. Pensatore. Creatore avido. Fanatico di Internet pluripremiato. Fanatico del web incurabile."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *