La Russia accusa Londra di impedirle di partecipare alla riunione dell’OSCE

Mosca mercoledì ha accusato la Gran Bretagna di impedire alla Russia di partecipare alla prossima Assemblea parlamentare dell’Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa all’inizio di luglio a Birmingham, rifiutandosi di rilasciare visti ai membri della sua delegazione.

“A tutti i membri della delegazione inseriti negli elenchi delle sanzioni del Regno Unito, abbiamo chiesto a tempo debito (…) di risolvere la questione della garanzia fornita dalla parte britannica per il rilascio dei visti d’ingresso”, ha citato la stampa russa come dire. Agenzie, il senatore Vladimir Gabarov che fa parte della delegazione russa.

“Abbiamo ricevuto una risposta terribile che il governo britannico non può – letteralmente – rilasciare visti ai membri della delegazione russa indipendentemente dal motivo della loro visita nel Paese”, ha aggiunto.

Gabarov, vicepresidente della commissione per gli affari esteri della camera alta del parlamento russo, ha affermato che è stato inviato un messaggio a tutte le delegazioni secondo cui “l’esclusione della delegazione russa danneggia gravemente la credibilità dell’evento”.

“Una tale decisione invalida tutte le decisioni e le decisioni prese in nostra assenza”, ha detto all’agenzia di stampa pubblica TASS Pyotr Tolstoy, vicepresidente della Duma russa.

Ha aggiunto che Mosca “si riserva il diritto di ritirarsi dall’organizzazione che, per ordine della russofobia, sta ostacolando il lavoro della Russia”.

Londra ha imposto diverse serie di sanzioni a Mosca dall’inizio dell’attacco all’Ucraina, in particolare vietando il suo territorio a diversi funzionari russi.

La 29a Sessione annuale dell’Assemblea Parlamentare dell’OSCE si terrà a Birmingham dal 2 al 6 luglio. Questa sarà la prima sessione annuale di persona dal 2019, poiché la sessione del 2020 è stata annullata e si verifica un rilascio remoto nel 2021 a causa della nuova pandemia di coronavirus.

READ  Doppio agente tedesco | Come suo marito, una donna accusata di spionaggio per la Cina

L’Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa (OSCE), istituita nel 1975 per promuovere il dialogo tra Oriente e Occidente, e poi confinata a lungo nel ruolo di mantenere i canali diplomatici nei “conflitti congelati”, è tornata alla ribalta nel 2014 per sostenere l’attuazione degli accordi di pace in Ucraina. È obsoleto con l’attuale offensiva russa.

You May Also Like

About the Author: Rico Alfonsi

"Appassionato pioniere della birra. Alcolico inguaribile. Geek del bacon. Drogato generale del web".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.