La guerra in Ucraina | La situazione sul campo il diciannovesimo giorno

(Parigi) La Russia ha dichiarato lunedì che potrebbe lanciare attacchi per prendere il pieno controllo delle principali città ucraine il 19E il Il giorno della sua conquista, fu particolarmente segnato dall’evacuazione di migliaia di civili da Mariupol.

Inserito alle 11:15

Il Cremlino ha affermato che l’esercito russo, che sta continuando le sue manovre per accerchiare la capitale, Kiev, non esclude “il pieno controllo delle grandi città già assediate”, negando che il presidente Vladimir Putin sia deluso dal lento progresso delle sue forze. Come confermato da funzionari ed esperti occidentali.

Il suo portavoce ha sottolineato, secondo il ministero della Difesa britannico, che gli ordini del presidente russo finora erano stati “di non lanciare un attacco rapido contro i principali centri urbani, inclusa Kiev” per ridurre le vittime civili. Gli attacchi stanno causando una distruzione diffusa”.

Di seguito è riportato un aggiornamento della situazione sulla base di elementi dei giornalisti dell’AFP presenti sul sito e dei servizi di emergenza, oltre a dichiarazioni ufficiali ucraine e russe, fonti occidentali, analisti e organizzazioni internazionali.

Commentando le recenti mappe degli assi di invasione russa, Philip Payson O’Brien, professore di studi strategici all’Università di St Andrews, ha fatto riferimento a un “futuro disastro strategico” per Mosca.

“Una spinta a Kiev, un tentativo di prendere Sumy […] Continuano i bombardamenti di Kharkiv, l’assedio di Mariupol, un altro tentativo a Odessa e persino un altro tentativo contro Dnipro. “Nessuna possibilità di fare nulla di tutto questo”, ha scritto su Twitter.

Kiev e il nord

Il consiglio comunale ha annunciato che due persone sono state uccise lunedì in un bombardamento russo della capitale, che ha preso di mira un edificio residenziale e la fabbrica dell’aviazione Antonov.

READ  Navalny deve essere evacuata all'estero "in grave pericolo"

L’Ucraina lunedì ha accusato l’esercito russo di aver nuovamente tagliato l’elettricità al sito nucleare di Chernobyl a nord della Kiev controllata dalla Russia sin dai primi giorni dell’invasione.

l’Est

A Donetsk (est), i separatisti filo-russi hanno affermato lunedì che un missile ucraino ha ucciso almeno 17 persone e ferito circa 20 nel centro di questa grande città industriale.

A ovest, in un’altra grande città industriale, Dnipro, dove i civili di Kharkiv o Zaporozhye stanno fuggendo da un gregge, lunedì mattina sono suonate le sirene per cinque ore, per la prima volta dall’inizio dell’invasione.

il Sud

Per la prima volta dall’inizio dell’assedio di Mariupol da parte delle forze filo-russe e separatiste circa due settimane fa, circa 160 veicoli sono stati in grado di uscire lunedì attraverso un corridoio umanitario verso Zaporozhye, il comune di questo porto strategico sul Mare di ​​Azov, senza specificare il numero di persone coinvolte.

La presa di questa città strategica permetterebbe di stabilire una completa continuità territoriale tra le forze russe provenienti dalla Crimea, annessa da Mosca, e le forze separatiste e russe del Donbass (est).

Almeno 11 persone sono state uccise domenica negli attacchi russi a Mykolaiv, che sono stati visti come un blocco sulla strada per Odessa, il porto più grande dell’Ucraina, a circa 130 chilometri a ovest, hanno detto le autorità.

Ovest e Centrale

L’ovest del paese, sopravvissuto a lungo, è stato ora danneggiato. Gli attacchi aerei russi hanno colpito la base militare di Yavoriv vicino al confine polacco durante la notte da sabato a domenica, uccidendo 35 persone e ferendone 134, secondo le autorità ucraine.

Vittime

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha dichiarato sabato che “circa 1.300” soldati ucraini sono stati uccisi dall’inizio dell’invasione russa il 24 febbraio.

READ  Milioni di persone sono minacciate da un grave uragano

L’Ucraina afferma che l’esercito russo ha perso “circa 12.000 uomini”. Mosca ha annunciato il 2 marzo l’unico bilancio delle vittime (498 soldati uccisi). Il Pentagono ha causato da 2.000 a 4.000 morti russi in 14 giorni.

Almeno 636 civili, tra cui circa 50 bambini, sono stati uccisi in Ucraina e più di 1.100 sono stati feriti, secondo l’ultimo conteggio delle Nazioni Unite, a conferma che il bilancio delle vittime potrebbe essere sottostimato.

Il comune di Mariupol afferma che solo in questa città sono morti circa 2.200 residenti.

Rifugiati e sfollati

Più di 2,8 milioni di persone sono fuggite dall’Ucraina dall’inizio dell’invasione, ha detto lunedì l’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati (UNHCR), più della metà delle quali è stata accolta in Polonia.

You May Also Like

About the Author: Rico Alfonsi

"Appassionato pioniere della birra. Alcolico inguaribile. Geek del bacon. Drogato generale del web".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.