La coppia di buchi neri supermassicci più vicina alla Terra mai scoperta

– Elena11 / Shutterstock.com

Gli astronomi hanno recentemente scoperto la coppia di buchi neri supermassicci più vicina conosciuta fino ad oggi, e il record ha due significati. Non sono solo la coppia più vicina alla Terra, ma anche la coppia più potente mai scoperta.

doppio record

I due buchi neri si trovano nella galassia NGC 7727, circa 89 milioni di anni luce da vero. Può sembrare inverosimile, ma in termini cosmologici è a un tiro di schioppo (i precedenti detentori del record erano a 470 milioni di anni luce di distanza). è chiaro che Buco nero Il residuo supermassiccio più vicino Sagittario A*, che si trova nel mezzo via Lattea, a soli 26.000 anni luce dal nostro pianeta.

Ma la vicinanza tra buchi neri supermassicci è forse ancora più interessante. Sono solo 1.600 anni luce di distanza, meno della metà della distanza vista dai precedenti detentori del record, e continuano ad avvicinarsi.

« La bassa separazione e velocità dei buchi neri suggerisce che si fonderanno e formeranno un mostruoso buco nero, forse entro 250 milioni di anni. ‘, lui spiega Holger Baumgardt, coautore dello studio, recentemente pubblicato sulla rivista Astronomia e astrofisica.

Primo piano di due buchi neri supermassicci, visibili come punti luminosi, nella galassia NGC 7727 (a sinistra) e un’ampia vista di quest’ultimo – © ESO / Voggel et al. / Squadra ESO / VST ATLAS / Università di Durham / CASU / WFAU

Il più grande si trova nel cuore della galassia, con una massa di circa 154 milioni di volte la massa della galassia Soleil, quando il secondo visualizza “solo” 6,3 milioni di masse solari sulla scala. I ricercatori ritengono che in origine fosse il nucleo di un’altra galassia che si è fusa con esso NGC 7727 Circa un miliardo di anni fa.

READ  Tutto ciò che Windows 11 farà per migliorare i videogiochi

Molti buchi neri supermassicci nascosti

Si sospettava da tempo una simile collisione. NGC 7727 È una galassia irregolare, con braccia a spirale amorfe e strane correnti stellari nelle sue regioni esterne. Si pensa che i due oggetti luminosi vicino al centro siano buchi neri supermassicci, ma questo non è stato confermato.

Quindi gli autori dello studio hanno deciso di misurare la massa di queste cose. utilizzo spettrofotometro multiunità (contemplazione), uno strumento telescopio molto grande (VLT) per me Peperoncino, per studiare l’effetto della gravità esercitata dagli oggetti sulle stelle che li circondano. Questo studio ha scoperto che gli oggetti contenevano diversi milioni di soli, rendendo i buchi neri supermassicci gli unici possibili candidati.

« La nostra scoperta indica che potrebbero esserci molti resti di fusioni galattiche e che potrebbero contenere molti buchi neri massicci nascosti ancora in attesa di essere scoperti. ‘, lui spiega Karina Vogel, autore principale dello studio. ” Ciò potrebbe aumentare del 30% il numero totale di buchi neri supermassicci conosciuti nell’universo locale. »

You May Also Like

About the Author: Adriano Marotta

"Pluripremiato studioso di zombi. Professionista di musica. Esperto di cibo. Piantagrane.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *