La Cina conferma il lancio di tre astronauti sulla stazione spaziale

La Cina ha confermato giovedì che alle 9:22 (1:22 GMT) tre astronauti sono stati lanciati verso la sua stazione spaziale in costruzione, in una missione di tre mesi.


I tre astronauti, tutti maschi, decolleranno dalla base di Jiuquan nel deserto del Gobi (nord-ovest), ha annunciato in conferenza stampa l’agenzia spaziale responsabile del volo spaziale umano (CMSA).

Si svolgerà a bordo della navicella spaziale Shenzhou-12, spinta da un razzo Long March 2F, che attraccherà a Tianhe (“Heavenly Harmony”), l’unica unità della stazione già nello spazio.

Centro di controllo e casa degli astronauti, Tianhe è stato collocato a fine aprile in orbita terrestre bassa (350-390 km sul livello del mare).

A bordo, gli astronauti non rimarranno inattivi: manutenzione, installazione di attrezzature, passeggiate spaziali, preparazione per le prossime missioni di costruzione e creazione di futuri equipaggi.

La missione Shenzhou-12 è il terzo lancio degli 11 che saranno necessari per costruire la stazione tra il 2021 e il 2022. Complessivamente sono previste quattro missioni con equipaggio.

Oltre al Tianhe già esistente, le restanti due unità – che saranno laboratori – dovrebbero essere inviate nello spazio il prossimo anno.

Questi renderanno possibile condurre esperimenti in biotecnologia, medicina, astronomia o tecnologie spaziali.

Nel contesto delle tensioni con l’Occidente, il successo della missione è motivo di prestigio per Pechino che si prepara a celebrare il 1lui è Luglio Centenario del Partito Comunista Cinese.

READ  La madre fatale ha rifiutato di fare appello

You May Also Like

About the Author: Rico Alfonsi

"Appassionato pioniere della birra. Alcolico inguaribile. Geek del bacon. Drogato generale del web".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.