Kassem Istanbul riapre il cinema più antico della storia del Libano e lancia il Tripoli Theatre Festival

La “Tiro Association for Arts” e “Istanbouli Theatre” hanno annunciato lo svolgimento della prima sessione del “Tripoli International Theatre Festival” dal 27 al 30 agosto, in concomitanza con l’apertura di “Amber Cinema” dopo 28 anni di assenza. Al Teatro Nazionale. Il libanese “come piattaforma culturale libera e indipendente per le persone, in cui vengono organizzati laboratori di formazione, festival, spettacoli d’arte e una biblioteca pubblica. Il festival, in collaborazione con la Fondazione olandese Don, partecipa a spettacoli teatrali dall’Algeria, Tunisia, Messico , Iraq, Oman, Italia, Spagna e Libano.

È apparso in 27 “Zaman” dall’Algeria, 28 “Tales of Darwish” dalla Tunisia, “Your Stories on Stage” dalla Laban Troupe dal Libano, “Burning Like a Phoenix” dal Kurdistan iracheno e 29 “Phobia dall’Iraq”. Teatro della Rievocazione. Echo dal Libano e “The Art of Clown Show” di Paolo Aftanio dall’Italia e “Come fare un uovo sodo?” dal Sultanato dell’Oman, e in 30 “Tales of the Hill” di Tiro Artistic Troupe dal Libano, “Antigone ” dal Messico e dalla Spagna, e “A Cry of Loyalty” per la band Folklore dal Libano, e saranno distribuiti premi nelle categorie Miglior Attrice, Miglior Attore, Miglior Sceneggiatura, Miglior Gruppo Design, Miglior Regia e Miglior Opera Integrata, e il Premio della Giuria sarà distribuito alla regista spagnola Ana Sendero Alfrez, all’attore Omar Mikati e al regista libanese Salah Atwi.

L’attore e regista Qassem Istanbouli, fondatore del Teatro Nazionale Libanese, ha confermato: “L’obiettivo del festival è stabilire un movimento teatrale nella città di Tripoli e stabilire un legame tra il sud e il nord, perché è una continuazione. Il nostro dream, iniziato con l’istituzione del Teatro Nazionale Libanese a Tiro, quattro anni fa, è il primo teatro e cinema gratuito In Libano, grazie all’impegno di giovani volontari, si ottiene una centralizzazione post-culturale e si abbatte un muro immaginario tra regioni, e siamo felici di vivere il sogno a Tripoli, che è la città con più cinema nella storia del Libano.

READ  Rural Among Men On Aarti: questa ingegnosa rapina che è stata ispirata dal film

Gestita da giovani e volontari, la Tiro Association for the Arts mira a creare spazi culturali liberi e indipendenti in Libano riabilitando il Cinema Hamra, lo Star Cinema a Nabatiyeh e il Rivoli Cinema a Tiro che è stato trasformato in un teatro nazionale libanese. Come il primo teatro e cinema gratuiti in Libano e l’istituzione di laboratori artistici e di formazione per bambini e giovani. Riapertura e riabilitazione di spazi culturali e organizzazione di festival, attività e mostre d’arte. Si basa sulla programmazione di spettacoli cinematografici artistici e educativi per bambini e ragazzi, intrecciando reti di scambio con i festival internazionali e offrendo l’opportunità ai giovani registi di presentare i loro film e informare il pubblico sulla storia del cinema, locale e locale. Offerte internazionali. Tra i festival che ha fondato: Libano International Theatre Festival, Libano Film Festival, Lebanon International Theatre Festival, Tire International Music Festival, Tiro International Arts Festival, Tire International Film Festival, Tire International Fine Arts Festival, Tire Cultural Days Festival, Lebanon Women’s Monodrama Theatre Festival Il Festival del Monodramma Femminile Libanese per la Danza Contemporanea.

You May Also Like

About the Author: Drina Lombardi

"Analista. Creatore. Fanatico di zombi. Appassionato di viaggi. Esperto di cultura pop. Appassionato di alcol".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.