Justin Trudeau cancella il tweet sbagliato dopo le 12:00.

Martedì il primo ministro canadese Justin Trudeau ha cancellato un tweet che affermava falsamente che l’Iran aveva condannato a morte 15.000 manifestanti, una voce che si è diffusa ampiamente sui social media negli ultimi giorni.

• Leggi anche: Due mesi di indignazione dalla morte di Mahsa Amini

• Leggi anche: L’Iran annuncia la prima condanna a morte in relazione a “rivolta”

“Questi coraggiosi iraniani hanno combattuto per i loro diritti umani – e rimaniamo uniti nel nostro sostegno e unità contro atti atroci”. [du gouvernement iranien]Possiamo leggere in particolare nel tweet che è stato cancellato quasi 12 ore dopo la sua pubblicazione.

Il post è stato infine rimosso perché si diceva che “la lettera si basava su un rapporto iniziale incompleto e privo del contesto necessario”, secondo una dichiarazione dell’ufficio del primo ministro inviata a QMI.

“[La publication] Si basava su segnalazioni di serie preoccupazioni sollevate da difensori internazionali dei diritti umani che avvertivano della possibilità di future condanne, inclusa la pena di morte, nei confronti di migliaia di manifestanti iraniani già arrestati dal regime.

Tuttavia, il tweet non ha menzionato alcuna possibile condanna.

“Il Canada condanna la barbara decisione del regime iraniano di imporre la pena di morte a quasi 15.000 manifestanti”, si legge nel post rimosso da Twitter.

Non dobbiamo perdere di vista il fatto che qualcuno è già stato condannato a morte e che i parlamentari iraniani non dovrebbero chiedere alcuna pena di morte. L’ufficio del primo ministro ha aggiunto che decine di manifestanti sono stati uccisi dalle forze di sicurezza del regime.

Ricorda che, secondo la CNN, diverse celebrità hanno condiviso il tweet di Justin Trudeau prima che venisse cancellato.

READ  Paradisi fiscali | I potenti canadesi e politici coinvolti nei "Pandora's Papers"

You May Also Like

About the Author: Rico Alfonsi

"Appassionato pioniere della birra. Alcolico inguaribile. Geek del bacon. Drogato generale del web".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.