Italia: arrestato in Siria l’estradizione di un importante narcotrafficante

TEHERAN: L’Iran boccia la bozza di risoluzione presentata martedì sera all’AIEA dagli Stati Uniti e da tre paesi europei che denunciano la mancanza di collaborazione di Teheran nel dossier nucleare, ha detto mercoledì il capo dell’Organizzazione iraniana per l’energia atomica (OIEA).

“Loro (questi paesi) hanno scritto una risoluzione e portato documenti che loro stessi sanno non essere veri e che sono respinti dalla Repubblica islamica”, ha detto Mohammad Eslami, citato dall’agenzia ufficiale. Irna.

Gli Stati Uniti e i loro alleati, “che stanno aumentando le sanzioni” contro l’Iran, sono abituati ad “adottare una politica di massima pressione e diffondere accuse contro la Repubblica islamica, ha aggiunto.

Inoltre, Eslami ha affermato che nessuna visita di rappresentanti iraniani all’Agenzia internazionale per l’energia atomica (AIEA) era all’ordine del giorno “per il momento”.

Gli Stati Uniti ei tre paesi europei aderenti all’accordo sul nucleare iraniano (Regno Unito, Francia e Germania) concluso nel 2015 hanno presentato martedì sera all’AIEA una nuova risoluzione in cui denunciano la mancanza di cooperazione di Teheran, secondo fonti diplomatiche.

I quattro Paesi occidentali hanno preso questa decisione dopo aver appreso di un rapporto dell’Agenzia che indicava la mancanza di progressi sulla questione di tre siti non dichiarati, dove in passato erano state scoperte tracce di uranio. .

Secondo la bozza di risoluzione consultata dall’AFP, il Consiglio “esprime profonda preoccupazione” per questo problema che rimane irrisolto “a causa dell’insufficiente cooperazione dell’Iran”.

Il testo “ritiene essenziale e urgente” che Teheran fornisca senza indugio “spiegazioni tecnicamente credibili” sulla presenza di particelle di uranio, nonché “l’accesso a siti e attrezzature”, per “consentire la raccolta di campioni”, è scritto.

READ  Anteprima Francia - Italia: la Francia sta affrontando il suo destino, e 50 milioni (quasi) francesi spingeranno i Blues alle 10:20

Una delegazione dell’AIEA doveva visitare l’Iran entro la fine del mese per cercare di portare avanti questa disputa di lunga data.

“Abbiamo risposto a tutte le accuse (…) dell’AIEA e se loro (Paesi occidentali, ndr) avessero buone intenzioni e voglia di continuare i negoziati, non avrebbero presentato una risoluzione” contro l’Iran, Eslami aggiunto.

Il patto del 2015 offre all’Iran lo sgravio delle sanzioni internazionali in cambio della garanzia che Teheran non acquisirà armi atomiche, obiettivo che la Repubblica islamica ha sempre negato di perseguire.

Ma dopo il ritiro degli Stati Uniti dall’accordo nel 2018 e il ripristino delle sanzioni americane che ne soffocano l’economia, Teheran si è progressivamente liberata dai suoi obblighi.

Le speranze di rianimarlo sembrano sempre più deboli.

You May Also Like

About the Author: Cosimo Fazio

"Evangelista di zombi. Pensatore. Creatore avido. Fanatico di Internet pluripremiato. Fanatico del web incurabile".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.