Il ritrovamento di una statua preistorica rappresentante la dea dell’acqua

© Ministero delle Antichità e dei Siti dello Stato di Baviera

Gli archeologi hanno appena fatto un’importante scoperta sulla cultura di Hallstatt. Verso la fine dell’età del bronzo e l’inizio dell’età del ferro, la cultura di Hallstatt era prevalente nella parte occidentale e centrale dell’Europa. Esattamente, la scoperta degli archeologi riguarda una statua d’argilla. Ulteriori ricerche rivelano che questo manufatto risale dall’VIII al V secolo a.C., durante l’età del ferro. Questa statua è stata scoperta vicino a una colonia vissuta durante il periodo di Hallstatt. Quindi il sito si trovava in un villaggio sul lago nel Salzkammergut austriaco, a sud-est di Salisburgo.

Conservazione di manufatti dell’era Hallstatt

I lavori sono stati eseguiti in previsione della costruzione della circonvallazione di Mönchstokheim. Questo è il motivo per cui gli archeologi hanno deciso di procedere con gli scavi nel sito. Tra le scoperte c’erano una statuetta di argilla, pezzi di vetro, ceramiche, strumenti in osso e un timbro di argilla. Il sito termina in un burrone, ed è qui che gli archeologi hanno scoperto questi diversi oggetti. Hanno scoperto che questi oggetti erano stati deliberatamente collocati nella stretta valle. Inoltre, non avevano rilevato crepe o crepe in queste cose.

Hanno concluso che le cose stavano cosìOfferte. La più impressionante era la statua in terracotta. Quest’ultima è alta 19 cm e perde entrambe le gambe oltre ad alcune parti anteriori della parte superiore del corpo. Gli archeologi hanno anche affermato che la sua testa aveva 5 fori situati appena sotto il mento sopra la linea degli occhi, forse rappresentando un cappuccio decorato con anelli di metallo.

© Ministero delle Antichità e dei Siti dello Stato di Baviera

Rappresentazione della dea dell’acqua

ricercatori da Ministero delle Antichità e dei Siti dello Stato Bavarese Affermò che potrebbe essere una figura che rappresenta la dea dell’acqua. Inoltre, la gente del posto era nota per praticare rituali religiosi nei confronti della natura e persino per costruirne statue. La valle in cui sono stati scoperti gli oggetti era un luogo di rito e tutti questi oggetti sarebbero serviti come offerte alla presunta dea.

La dea dell’acqua non è l’unico personaggio conosciuto dell’Europa occidentale. In effetti, gli archeologi hanno già scoperto statue simili nella stessa zona. Tuttavia, non sono della stessa epoca. La loro storia, infatti, risale al V millennio aC.

READ  "La scienza è un acceleratore per le indagini"

You May Also Like

About the Author: Malvolia Gallo

"Appassionato di alcol. Piantagrane. Introverso. Studente. Amante dei social media. Ninja del web. Fan del bacon. Lettore".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.