flogisto, la chimica ha trovato “l’elemento fiamma”

Antoine de Lavoisier. www.bridgemanimages.com/Bridgeman Images

IN ATTICO DI SCIENZA (5/6) – Per i suoi sostenitori, il flogisto era presente in tutti i corpi ed è sfuggito durante la combustione. Ma Bilancia Lavoisier ha detto il contrario…

Come nascono le malattie? Cosa c’è al centro della terra? Cos’è il fuoco? Nel corso della storia, l’uomo ha cercato di spiegarsi il mondo… Si sbagliava spesso. Le Figaro Ti parla di alcuni tentativi ed errori che hanno fatto la scienza.

“Non devi Non capiscono l’alchimia, non se ne deve conoscere la storia, per avere (…) un disprezzo così pretenzioso, ridicolo per l’età dell’alchimia »scritto a metà del diciannovesimo secolo dal tedesco Justus von Liebig nel suo libro lettere in chimica. Allo stesso modo, continua, lo è “per ignoranza” che odiamo Il secondo periodo della chimica è chiamato periodo del flogisto.

Tuttavia, questo infiammabile (da una parola greca che significa “infiammabile”) sembra ispirato alle affermazioni di antichi alchimisti: sarebbe la “sostanza di fiamma” presente in tutti i corpi, e sfuggita durante la combustione, secondo una teoria sviluppata nel 1697 dal tedesco medico e chimico Georg Ernst Stahl. L’ho preso in prestito dalla signora Joachim Becker…

Questo articolo è riservato agli abbonati. Hai ancora l’83% da scoprire.

Respingere i limiti della scienza è anche libertà.

Continua a leggere il tuo articolo a € 0,99 per il primo mese

Sei già iscritto? registrazione

READ  La genetica è in parte responsabile del disturbo da consumo di alcol

You May Also Like

About the Author: Malvolia Gallo

"Appassionato di alcol. Piantagrane. Introverso. Studente. Amante dei social media. Ninja del web. Fan del bacon. Lettore".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.