Esplosivi nella centrale nucleare di Zaporizhia?

Esplosivi nella centrale nucleare di Zaporizhia?

Mercoledì l’Ucraina ha invitato la comunità internazionale a prendere “misure immediate” per affrontare i rischi nella centrale nucleare di Zaporizhia controllata dalla Russia, con entrambe le parti che si accusano a vicenda dell’imminente provocazione.

• Leggi anche: Centrale nucleare di Zaporizhia: Kiev e Mosca si accusano a vicenda di provocazioni

• Leggi anche: La Russia sta preparando un attacco a una centrale nucleare a Zaporizhia

“La Russia ha dispiegato personale militare, fortificato almeno tre reattori e piazzato esplosivi nell’impianto… È tempo che il mondo agisca immediatamente”, ha dichiarato su Twitter il ministero degli Esteri ucraino.

Oggi, mercoledì, l’Agenzia internazionale per l’energia atomica ha chiesto l’accesso a tutti gli edifici della centrale nucleare ucraina di Zaporizhia, occupata dalle forze russe, “per confermare che non ci sono mine o esplosivi nel sito.

“Con l’escalation delle tensioni e dell’attività militare nella regione, i nostri esperti devono essere in grado di verificare i fatti sul campo” in modo “indipendente e obiettivo”, ha affermato in una nota il direttore generale Rafael Grossi.

Ha sottolineato che è “molto importante chiarire la situazione attuale” in un momento in cui entrambe le parti si accusano a vicenda di pianificare una “provocazione” o un “attacco”.

Nelle ultime settimane, il personale dell’AIEA presso il sito ha ispezionato varie località “senza notare ancora alcuna traccia di mine o esplosivi”.

Ma l’agenzia delle Nazioni Unite non è riuscita a raggiungere i tetti degli edifici che ospitano i reattori 3 e 4 e nemmeno alcune aree del sistema di raffreddamento della centrale.

L’AIEA aggiunge che la presenza militare “non sembra essere cambiata”, né ha recentemente notato alcun bombardamento nelle vicinanze.

Martedì Kiev ha accusato Mosca di preparare una “provocazione” sul sito, mentre la Russia ha confermato che il Paese nemico stava pianificando un “attacco” alla struttura.

READ  Democratici eletti fuggono dal Texas per bloccare l'approvazione di una legge controversa

L’esercito ucraino afferma che sui tetti in questione sono stati collocati “oggetti simili a IED”.

E i militari continuano, avvertendo che Mosca “fornirà disinformazione su questo argomento”:

Mosca, dal canto suo, sostiene che Kiev abbia previsto l’utilizzo di “armi di precisione a lungo raggio” e droni.

Caduta nelle mani dell’esercito russo il 4 marzo 2022, la più grande centrale elettrica d’Europa è stata presa di mira ed è stata tagliata fuori dalla rete elettrica in diverse occasioni, una situazione precaria che fa temere un grave incidente nucleare.

You May Also Like

About the Author: Rico Alfonsi

"Appassionato pioniere della birra. Alcolico inguaribile. Geek del bacon. Drogato generale del web".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *