Dubreuil e Gélinas-Beaulieu sul podio nei 1000 metri

Calgary — Il rapporto di amore-odio del Quebec con i 1.000 milioni di Laurent Dubreuil si è avvicinato all’amore, ma è comunque un legame doloroso.

Primo nella classifica della Coppa del Mondo maschile nei 500m, Dubroel ha vinto l’argento nei 1000m domenica, solo due centesimi di secondo davanti all’olandese Hein Oeterspierre.

Antoine Gelinas Beaulieu del Quebec ha vinto la medaglia di bronzo portando due canadesi sul podio ai Campionati del mondo di pattinaggio di velocità su pista lunga per la prima volta dal 2015.

Dubroy ha vinto una seconda medaglia in altrettanti giorni, dopo aver vinto l’evento dei 500 metri sabato alle Olimpiadi Oval di Calgary.

Questa è la sua gara caratteristica, ma Dubreuil ha guadagnato terreno nei 1000 metri.

Il 30enne Levesien non ha vinto nessuna medaglia nei 1.000 metri ai Mondiali della scorsa stagione, ma ha comunque vinto l’argento alle Olimpiadi di Pechino a febbraio.

Il ritmo di partenza di Dubreuil gli ha permesso di guidare di mezzo secondo dopo i 600 metri di domenica, ma quel ritmo non ha lasciato molta energia al corridore nell’ultimo giro.

“Sto molto male”, ha detto Dobril. È una relazione di amore-odio a questa distanza. Sono felice dopo averlo completato, ma 10 minuti prima di iniziare, mi odio per aver accettato di condividere. È un intenso bruciore alle gambe e come una carenza in tutto il corpo. Quando ottieni risultati, ne vale la pena”.

Dobrell, il campione in carica della Coppa del Mondo dei 500 metri, è arrivato secondo anche nei 1000 metri all’apertura della stagione a Stavanger, in Norvegia.

READ  Peter Yan versus Al-Jimin Sterling, three title fights

“Quando faccio una buona gara è difficile battermi, ma Hin è stato più veloce di qualche centinaio”, ha osservato Dobril. Non so quanto sarò migliore nella mia carriera. Penso di poter essere ancora un po’ meglio. È abbastanza per vincere medaglie e spero solo di poter trasformare quegli argenti in ori prima o poi”.

Jelinas Pouliou ha conquistato il primo podio della sua carriera in Coppa del Mondo in un evento individuale. Il 30enne residente a Sherbrooke ha anche aiutato il Canada a vincere l’argento nell’inseguimento a squadre venerdì.

I canadesi Denny Morrison e Vincent D’Hayter sono arrivati ​​rispettivamente primo e terzo nei 1000 metri alla finale della Coppa del Mondo 2015.

Gelinas Beaulieu è stato privato del sonno prima della gara di domenica a causa di una combinazione di asma, altitudine di Calgary e aria secca.

Gelinas Pouliou ha spiegato: “Gli ultimi giorni sono stati duri per i miei polmoni. Poi abbiamo escogitato un piano per alleviare i miei sintomi. I medici e il team medico mi hanno aiutato molto. Mi ha dato fiducia per attaccare la gara”.

La squadra canadese, ospitante della competizione, ha vinto cinque medaglie, tra cui due ori, nella prima delle due tappe consecutive di pattinaggio di velocità della Coppa del Mondo presso la sede di Calgary.

Gli olandesi hanno guidato in tutte le nazioni conquistando 12 medaglie, di cui cinque ori. Venerdì inizieranno altri tre giorni di gara.

Yvonne Blondin di Ottawa è stata privata del suo terzo posto nell’evento di partenza di massa femminile quando i funzionari l’hanno squalificata per un’infrazione.

La medaglia d’argento olimpica nell’evento è stata giudicata colpevole di aver rallentato un concorrente quando ha cambiato corsia all’inizio della gara.

READ  Multa di 12mila euro per l'Atalanta dopo aver insultato il presidente della Fiorentina

Le olandesi Irene Schotten e Marijki Gronod hanno conquistato rispettivamente il primo e il terzo posto, mentre l’americana Mia Kilburg ha conquistato l’argento.

L’italiano Andrea Giovannini (7:53.04) ha vinto la mass start maschile, davanti al neozelandese Peter Michael (7:55.62) e al kazako Vitaly Zhigolev (7:55.85).

L’olandese Jutta Leerdam (1:12.82) ha vinto la sua terza gara nei 1000m femminili nello stesso numero di gare in questa stagione. L’americano Kim Goetz (1:13.53) ha portato a casa la medaglia d’argento, mentre l’austriaca Vanessa Herzog (1:13.56) ha portato a casa il podio.

La Federazione internazionale di pattinaggio ha vietato a Russia e Bielorussia di partecipare a eventi di pattinaggio in risposta all’invasione russa dell’Ucraina e con il sostegno della Bielorussia.

You May Also Like

About the Author: Fina Lombardi

"Fanatico della cultura pop. Ninja zombi estremo. Scrittore professionista. Esperto di Internet".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *