Death in the Skin: Il film ha cambiato il suo finale all’ultimo minuto

“Under Death”, la seconda parte del franchise di Jason Bourne, si conclude con un fantastico cliffhanger e offre una transizione perfetta con “Under Death”. Ma questo finale non era quello originariamente prodotto, ed è stato filmato e montato all’ultimo minuto per sostituire il primo finale, il che è molto deludente.

Jason Bourne, la trilogia perfetta?

C’è qualcosa di unico nella trilogia originale di Jason Bourne. In effetti, nessuno può essere d’accordo su quale film vinca sugli altri. sarà da memoria della pelle, la prima opera che ha rivoluzionato il genere del lavoro e dello spionaggio nel 2002? O meglio, un suo seguito, morte nella pelleCon la straordinaria guida di Paul Greengrass? o giù di lì vendetta della pelleE il Composizione speculare dai primi due a una scena perfetta ? difficile da dire. In ogni caso, l’impossibilità di scegliere tra di loro testimonia l’altissima qualità di questi tre film.

morte nella pelle © United International Pictures

Ci è voluto un po’ per morte nella pellela seconda opera ad essere proiettata in India, molto brevemente in Italia e poi in Germania, non è nelle sale con Un finale diverso da quello che conosciamo. Quest’ultimo è perfetto: dopo essersi sbarazzato di Kirill (Karl Urban) a Mosca, nonostante l’infortunio alla spalla, Jason Bourne (Matt Damon) va a incontrare la figlia di Vladimir Nesky, Irina (Oksana Akinshina). dopo averglielo detto Il fatto che i suoi genitori siano mortilontano dal suo edificio. Lo troviamo poi, in forma migliore, a New York e al telefono con Pamela Landy (Joan Allen). Gli rivela la sua vera identità e Jason Bourne conclude la conversazione con questa linea di culto: Riposa, Pam. Sembri stanco.

Il finale è già di per sé perfetto, ma soprattutto permetteteci di dirlo Allarme nato Nel cuore dell’ellisse Tra un po’ Irina partì a Mosca e chiamò Pamela Landy a New York.

READ  Charlotte Gainsbourg: Il più giovane Joe assomiglia al suo famoso padre, foto di supporto: Slideshow

Un primo finale che non è piaciuto a nessuno

Questa è la fine morte nella pelle Evocato dall’inizio Allarme nato. In effetti, questo viene fatto subito dopo che Jason Bourne ha lasciato l’edificio Irina. E se questo obiettivo è l’ideale e si prepara idealmente per l’esposizione, Allarme natoE il Non era affatto il finale che è stato filmato per la prima volta ed era presente nella clip finale di morte nella pelleE il Due settimane prima della sua uscita nel 2004. Trovato questo primo finale, che né il cast né la produzione hanno menzionato Nascosto nella copia del DVD (vedi sotto).

A questo primo finale, Jason Bourne perde conoscenza mentre lascia l’edificio Irina. Lo troviamo detenuto e costretto a letto in un ospedale di Berlino, dove Pamela Landi gli fa visita. Gli rivela il suo nome e lo “offre” indietro. Poi lo lascia incustodito per alcuni secondi e coglie l’occasione per scappare. Diciamo che, finale deludente, che all’epoca era già per la troupe cinematografica. Cosa lo ha reso così, due settimane prima dell’uscita morte nella pelleE il Il giorno delle riprese è organizzato Per ribaltare la fine lo sappiamo? prezioso intervento e sull’orlo della morte di Matt Damon e lo sceneggiatore George Nolvi.

Il pranzo che ha cambiato tutto

Nel 2004, morte nella pelle L’uscita negli Stati Uniti è prevista per il 23 luglio. Poco prima di questa data, Damon è morto in Europa dove sta girando Nel dodicesimo oceano. Lì trascorre molto tempo con George Nolvi, lo sceneggiatore di Steven Soderbergh, che è stato presente durante le riprese. Ha detto in un’intervista rilasciata a quasi Nel 2011:

Mentre ero sul set di “Ocean’s Twelve”, ho scritto la scena finale della sequenza finale di “Death in the skin”. Sono passati davvero pochi giorni dall’uscita e non erano molto contenti del finale. Così ho chiesto a Matt Damon di pranzare e sedersi per 45 minuti per migliorarlo e alla fine riscriverlo. Poi sono tornato dall’Europa negli Stati Uniti per girare questo nuovo finale in un giorno e tutti erano felici.

morte nella pelle
Jason Bourne (Matt Damon) – morte nella pelle © United International Pictures

come specificato rilevareriprende la scena finale per morte nella pelle Costano un totale di $ 200.000. Una grossa cifra, ma alla fine è stata ben spesa, visto il valore Il suo decisivo contributo narrativo. Convinti da questo contributo di George Nolfi, i produttori della serie Bourne lo contatteranno nuovamente Riscrivi la sceneggiatura vendetta della pelle, dopo che la prima versione di Tony Gilroy lo riteneva troppo inadeguato. Quindi, in parte, La perfetta simbiosi di questi due filmE il climax cinematografico rappresentato da questa terza opera.

READ  Per A Peace: Un nuovo convoglio umanitario partirà per i campi curdi di Lavrio

You May Also Like

About the Author: Drina Lombardi

"Analista. Creatore. Fanatico di zombi. Appassionato di viaggi. Esperto di cultura pop. Appassionato di alcol".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.