I pericoli dell’esposizione prolungata al sole dei bambini da parte dei genitori

Un nuovo rapporto evidenzia che i genitori continuano a sottovalutare l’impatto dell’esposizione prolungata al sole dei bambini.

Le vacanze estive iniziano ufficialmente giovedì 7 luglio 2022. Per l’occasione, il National Cancer Institute ha appena condotto una campagna per ricordare ai bambini i pericoli di esporre i bambini al sole per troppo tempo. attraverso Nuovo studio condotto dalla BVA, l’istituto conferma specificamente che le scottature solari che si verificano durante l’infanzia causano il cancro della pelle negli adulti. Cattive notizie, i genitori non sembrano essere consapevoli del pericolo dei raggi UV per la loro prole. Sappiamo infatti che pochi (12%) considerano l’infanzia il periodo di maggior rischio per la pelle in caso di esposizione al sole.

I pericoli del sole per i bambini

Apprendiamo inoltre che il 45% dei genitori ritiene che nessun periodo di esposizione al sole sia più pericoloso di altri. Tuttavia, lo studio spiega che “fino alla pubertà, la pelle è più sottile e il sistema pigmentario è immaturo, il che la rende più suscettibile agli effetti cancerogeni dei raggi UV”. Quindi il National Cancer Institute osserva che l’esercizio all’aperto, il giardinaggio o le passeggiate alla luce diretta del sole spiegano questo Rischi per la pelle dei bambini.

I risultati hanno anche mostrato che le misure preventive non sono state adeguatamente definite, con il 58% dei genitori in particolare che ritiene che l’uso di creme solari ad alto fattore protegga efficacemente i bambini dai raggi solari; O anche il 39% che pensa che la protezione solare ti permetta di essere esposto al sole più a lungo.

Raccomandazioni da seguire per il benessere dei bambini

Di fronte a questa situazione, l’istituto ricorda che stare all’ombra, indossare indumenti coperti, cappello e occhiali da sole, oltre a non esporsi al sole tra le 12:00 e le 16:00, è la protezione più efficace. Pertanto, riduce il rischio di sviluppare il cancro della pelle in età adulta. Infine, il National Cancer Institute dichiara che “oltre a questi metodi di protezione è raccomandata l’applicazione regolare di una protezione solare ad alto indice, sulle zone esposte”.

READ  La caffeina aiuta la vigilanza, meno concentrazione less

You May Also Like

About the Author: Malvolia Gallo

"Appassionato di alcol. Piantagrane. Introverso. Studente. Amante dei social media. Ninja del web. Fan del bacon. Lettore".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.