Coppa del mondo di sci alpino | Sofia Joggia vince la discesa di St. Moritz nonostante le dita rotte

(St. Moritz) L’azzurra Sofia Goggia ha alzato il pollice destro sollevata dopo aver dominato sabato la quarta prova della Coppa del mondo di sci alpino femminile a St. Moritz. Quanto alla sua mano sinistra, riusciva a malapena a muoverla.


Brillantemente Goggia è salito sul gradino più alto del podio, precedendo di 43 centesimi la slovena Ilka Stuhec, il giorno dopo essersi rotto due dita colpendo una porta durante una discesa disputata venerdì, sullo stesso tracciato del Monte Corviglia. .

Sabato Goggia ha tagliato il traguardo in 1 minuto e 28,85 secondi. Sul podio è salita la tedesca Kira Wedel (1:29.37).

Quebec Marie-Michel Gagnon è arrivata 27esima (1:30.82)e La sua connazionale Stephanie Fleckenstein (1:32.30) ha ottenuto 47e Livello.

Dopo l’incidente di venerdì, Joggia si è recato a Milano per un’operazione. I funzionari della squadra italiana hanno detto che un’asta di metallo e delle viti sono state inserite nella sua mano per stabilizzarla e che la sua mano è stata ingessata.

Nonostante ciò, sabato Joggia è tornato in Svizzera nella discesa libera. Con la mano sinistra fasciata e il bastoncino da sci guantato con nastro giallo, Goggia è stata la nona pattinatrice a partire e non sembrava preoccupata per il suo infortunio.

“Quando ho capito oggi che potevo essere lì, non credo che nessun altro sciatore fosse più felice di me al cancelletto di partenza. Non c’era alcuna garanzia che potessi iniziare oggi”, ha detto Joggia, aggiungendo che i dirigenti della squadra italiana hanno considerato di non consentire lui a partecipare al concorso.l’evento.

“Ho detto: ‘Sei pazzo? Sei pazzo?'” disse l’italiano.

Sotto un cielo soleggiato, in contrasto con la neve e la foschia che hanno ostacolato la discesa di venerdì, Jogia ha attraversato il percorso di 2,5 km con la sua solita grinta, senza mai indietreggiare nei tratti sconnessi e saltando più in alto e atterrando più di tutti i suoi rivali.

READ  Flavio Briatore relaxé de fraude fiscale... après la saisie et la vente de son yacht

Ma per alcuni istanti, la posizione potenzialmente suprema di Goggia è messa in pericolo da Mikaela Shiffrin.

americano 21e In partenza è stato di qualche centesimo di secondo più veloce di Goggia nei primi due tratti di pista. Tuttavia, Shiffrin ha preso meno rischi rispetto all’italiano su strada e ha concluso la gara al quarto posto, correndo in 1:29.46.

Il podio di Stuhec è stato il primo in quasi quattro anni.

You May Also Like

About the Author: Fina Lombardi

"Fanatico della cultura pop. Ninja zombi estremo. Scrittore professionista. Esperto di Internet".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.