Due studenti della Saint-Paul High School di Charleville-Mézières presentano un’app per aiutare gli adolescenti a comprendere la pubertà

Il liceo Saint-Paul di Charleville-Mézières partecipa ancora una volta al concorso Science Factor. Da mercoledì 14 dicembre è possibile votare il progetto di due studenti, che propongono di creare un’applicazione per rispondere alle domande degli adolescenti sulla pubertà.

Eccoci di nuovo a fare un giro Liceo Scientifico San Paolo Da Charleville-Méziers (Ardenne). Partecipa di nuovo al concorso. sciencefactor.

Da mercoledì 14 dicembre, e per un mese intero, lo è in grado di votare Jolene e Lou Ann, studentesse del secondo anno. il loro progetto: il mio diario (“Questo è il tuo amico”Se dobbiamo credere allo slogan, ha già trovato tutto.)

L’amica beneaugurante per gli adolescenti che si interrogano sulla pubertà. “Abbiamo notato che un numero molto elevato di giovani adolescenti sta attraversando la pubertà”spiegano.

Questa app mobile è ancora in fase di bozza. Promette la disponibilità di molte risorse audiovisive e testuali per rispondere a domande su questo argomento (cfr Guarda il filmato meno).

Ancora meglio, il modulo di contatto consente di porre domande per le quali la risposta non è ancora direttamente disponibile. Al progetto collabora il locale Istituto di Formazione Infermieristica (Ifsi). Questo concetto ricorda in qualche modo Piattaforma onesexpressma in modo presuntuoso con i ragazzi al comando “parlare con gli adolescenti”.

Avere un numero sufficiente di voti (significativamente ottenuti da a Comunicazione su InstagramLa prosecuzione del progetto è solo uno dei primi passi per partecipare al concorso. Ce ne sarà ancora molto se i due studenti sperano di vedere realizzato il loro progetto, o addirittura di portarlo al livello successivo sviluppandone l’aspetto fisico (una gamma di prodotti per l’igiene del commercio locale) e la pubblicità.

READ  Conferma di un'epidemia di virus Ebola in Guinea

Nello specifico, quelle versioni precedenti sono piuttosto sulla strada giusta. France 3 Champagne-Ardenne ha già parlato di progetti per una stazione per disabili a Charleville, o anche un collettore per le acque di balneazione (vedi liceo a la carta meno).

“Charlesville sta prendendo in considerazione l’installazione di stazioni”spiega Fabrice Thomas, professore di fisica e chimica e riferimento per le competizioni al St. Paul. “Stiamo designando tutti i parcheggi per le persone con disabilità, ma anche tutti gli spazi e i negozi accessibili…” L’applicazione associata sarà sviluppata con l’aiuto di Orange. Il concorso sta quindi avendo un impatto reale sulla vita delle comunità locali e le idee proposte sono ben lungi dall’essere conservate in un cassetto.

You May Also Like

About the Author: Malvolia Gallo

"Appassionato di alcol. Piantagrane. Introverso. Studente. Amante dei social media. Ninja del web. Fan del bacon. Lettore".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *