Continua il declino di Rudy Giuliani, radiato dall’albo di New York

Continua il declino di Rudy Giuliani, radiato dall’albo di New York

Martedì una corte d’appello ha radiato dall’albo degli avvocati di New York Rudy Giuliani, avvocato e amico intimo di Donald Trump, per le sue ripetute bugie su presunte frodi durante le elezioni presidenziali del 2020, un altro episodio della caduta dell’ex “sindaco” americano. “, è stato elogiato per la sua gestione degli eventi dell’11 settembre 2001.

• Leggi anche: L’ex consigliere di Trump Rudy Giuliani appare in tribunale in Arizona

• Leggi anche: Rudy Giuliani dichiara bancarotta dopo essere stato condannato a pagare 150 milioni di dollari

L’ex sindaco di New York, divenuto convinto sostenitore di Donald Trump, è diventato il centro dei sospetti del sistema giudiziario, che lo ha accusato negli stati dell’Arizona e della Georgia per il suo ruolo nei tentativi di ribaltare i risultati elettorali. Le elezioni presidenziali sono state vinte da Joe Biden.

I tribunali lo hanno accusato di aver fatto pressioni sui funzionari eletti affinché cambiassero l’esito delle elezioni, ed è stato anche una delle voci più forti a sostenere, senza prove, che la frode ha distorto il voto a favore di Joe Biden.

Rudy Giuliani, 80 anni, ha visto accumularsi i suoi problemi legali. Lo scorso dicembre, i tribunali gli hanno ordinato di pagare 148 milioni di dollari a due funzionari elettorali dello stato della Georgia per averli diffamati accusandoli di partecipazione a presunte frodi. Da allora ha dichiarato bancarotta.

Nel frattempo, è stato sospeso dall’Ordine degli avvocati di New York e martedì la Corte d’appello dello Stato di New York ha confermato tale decisione, equivalendo alla radiazione dall’albo.

Nella sua decisione di 31 pagine, la corte d’appello ha elencato un lungo elenco di affermazioni false e infondate rese pubblicamente dall’ex avvocato in qualità di consigliere di Donald Trump, come quella secondo cui migliaia di voti avrebbero potuto andare a persone morte nell’incidente. Elezioni presidenziali. Casa della Pennsylvania.

READ  L'esercito israeliano annuncia l'uccisione di quattro ostaggi a Gaza

“Ha attaccato e minato senza fondamento l’integrità del processo elettorale di questo Paese”, ha affermato la corte d’appello, aggiungendo che Rudy Giuliani “non solo ha violato intenzionalmente alcuni dei principi fondamentali della professione legale, ma ha anche contribuito attivamente al conflitto nazionale che ne è seguito”. le elezioni presidenziali del 2020”, cosa di cui non si pente affatto.

La caduta di Rudy Giuliani non è meno potente della sua immagine che brillava vent’anni fa, quando il sindaco di New York incarnava la resilienza dopo gli attentati dell’11 settembre 2001, che misero in ginocchio la città e provocarono la morte di circa 3mila persone.

Allora alcuni si aspettavano un destino nazionale per questo potente ex procuratore, che ha inferto colpi dolorosi alla mafia di New York, ma Rudy Giuliani non è riuscito a candidarsi alla presidenza alle primarie del Partito repubblicano nel 2008.

You May Also Like

About the Author: Rico Alfonsi

"Appassionato pioniere della birra. Alcolico inguaribile. Geek del bacon. Drogato generale del web".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *