Carenza globale di insegnanti | Rivista Montreal

Il Quebec è privo di insegnanti, come la maggior parte dei paesi dell’OCSE. Mentre le ragioni di questa carenza variano da luogo a luogo, emerge un fattore comune: gli insegnanti non sono sufficientemente valutati, anche se il loro lavoro è essenziale.

In Francia, il potere d’acquisto degli insegnanti si è dimezzato in 40 anni. Con l’equivalente di $ 40.000 all’anno dopo 15 anni di esperienza, sono tra i meno pagati nei paesi sviluppati.

I professori del Quebec guadagnano l’equivalente di 72.000 dollari, con la stessa anzianità, il che li rende i terzi più pagati. Solo la Germania e il Lussemburgo pagano di più i loro insegnanti.

Tuttavia, entro due anni, ci sarà una carenza di 26.000 insegnanti in Germania. Questo perché la loro situazione è cambiata e hanno perso la loro permanenza.

Troppi compiti

In generale, gli insegnanti sono sempre più costretti ad affrontare compiti amministrativi oltre ai loro compiti abituali. Nel Regno Unito, dove gli stipendi degli insegnanti sono bassi, un terzo di loro si lamenta degli straordinari senza retribuzione. Più del 50% degli insegnanti pensa che il proprio compito sia diventato ingestibile, almeno a volte.

La rivoluzione informatica è in parte responsabile di questo lavoro extra. Invece di alleggerire il carico di lavoro degli insegnanti, ha trasferito loro i compiti che erano stati precedentemente svolti dai segretari i cui incarichi sono stati poi aboliti. La stessa osservazione vale per molti settori professionali.

Troppo centrale

I governi stanno inoltre cercando sempre più di controllare l’intero processo educativo. Piuttosto che limitarsi a fissare obiettivi minimi e verificarne il raggiungimento a fine anno, i governi tendono a ridurre i margini di manovra delle scuole. Come se tutte le scuole fossero uguali. I sistemi educativi devono essere decentrati.

READ  viaggi non essenziali | L'UE reimpone le restrizioni agli arrivi dagli USA

in Quebec

Le scuole del Quebec sono vittime dell’ideologia egualitaria e del sindacalismo delle facoltà di educazione.

Pertanto, mentre in passato le classi erano divise tra studenti benestanti, regolari e svantaggiati, le classi sono diventate piuttosto miste. Ovviamente questo binomio è ottimo per i più deboli, ma disastroso per il restante 80% e scoraggiante per gli insegnanti.

L’uguaglianza crea caos anche nei libri di testo che mirano al minimo comune denominatore. Ad esempio, invece di presentare sistematicamente testi di grandi autori, i libri di testo della scuola primaria per bambini presentano testi anomali, persino assurdi. Di conseguenza, gli studenti si annoiano e anche gli insegnanti.

Le Facoltà di Scienze della Formazione impongono ai loro studenti corsi di istruzione a scapito del contenuto dei corsi, in francese, in scienze, ecc. perché? Giustificare la superiorità dei propri diplomi rispetto ai certificati di altre discipline universitarie.

In effetti, i laureati dovrebbero essere in grado di insegnare la loro materia nelle scuole superiori, con pochi corsi pedagogici. Questo sistema ha funzionato molto bene per anni.

You May Also Like

About the Author: Rico Alfonsi

"Appassionato pioniere della birra. Alcolico inguaribile. Geek del bacon. Drogato generale del web".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.