Cancello del partito | Le immagini fanno rivivere le accuse contro Boris Johnson

(Londra) Le immagini del primo ministro britannico Boris Johnson mentre condivideva un drink a Downing Street nel 2020, in piena reclusione, hanno riacceso le accuse di bugie contro di lui, prima della pubblicazione di un tanto atteso rapporto su Party Gate.

Inserito alle 9:47

Queste foto, pubblicate da ITV News, sono state scattate lunedì sera, durante una festa di addio per il capo delle comunicazioni Lee Kane il 13 novembre 2020, pochi giorni dopo l’annuncio del secondo confinamento in Inghilterra.

Vediamo Boris Johnson alzare il bicchiere e parlare con diverse persone attorno a un tavolo con diverse bottiglie di vino e cibo.

Questo drink d’addio è stato oggetto di un’indagine della polizia, così come altri eventi festivi organizzati nei circoli del potere durante la pandemia di coronavirus, uno scandalo chiamato Party Gate.

Alla domanda in Parlamento sulla manifestazione di novembre, Boris Johnson ha confermato che non c’era stato alcun partito in quella data e che era sicuro che le regole non fossero state infrante.

È stato multato dalla polizia per aver partecipato a una festa di compleanno a sorpresa per il suo 56° compleanno nel giugno 2020 a Downing Street, ma non è stato punito per questo drink d’addio, che ha suscitato critiche.

La vice leader laburista Angela Rayner ha detto che è “sorprendente” che il leader conservatore non sia stato multato per raduno “che non sembrava particolarmente lavoro”, ha detto a ITV.

Secondo Angela Rayner, le circostanze aggravanti “Boris Johnson sapeva di aver infranto le regole”. […] Eppure ha cercato di farla franca. Ha cercato di mentire al pubblico britannico, ha cercato di mentire al Parlamento”.

READ  Il ritorno delle impiccagioni pubbliche in Afghanistan

Il segretario ai trasporti Grant Shapps ha difeso Boris Johnson su Sky News. Descrivendo le foto, il signor Shapps ha detto di aver sentito Johnson “scendere le scale mentre usciva dall’ufficio, ringraziare il personale e alzare il bicchiere, non considerandola una festa”.

A queste foto si aggiungono le dichiarazioni dei dipendenti di Downing Street che descrivono alla BBC, in condizione di anonimato, feste regolari e, secondo loro, la tacita approvazione di Boris Johnson. Uno ha affermato che durante una festa in corso nel novembre 2020, “c’erano circa 30 persone, se non di più, nella stanza. Tutti erano in piedi fianco a fianco, alcune persone in ginocchio.

L’indagine della polizia è ora conclusa e sono state emesse 126 multe per eventi accaduti in otto date diverse, dal 20 maggio 2020 al 16 aprile 2021.

rapporto atteso

Ma nei prossimi giorni è atteso un rapporto dell’ufficiale capo del servizio civile Sue Gray su “Party Gate” che potrebbe fornire dettagli e foto dei vari eventi, fornendo una trappola per i critici.

quotidiano volte Accuse secondo cui Boris Johnson ha fatto pressioni su Sue Gray per non pubblicare il rapporto, cosa che un portavoce di Downing Street ha negato martedì.

Verrà quindi avviata un’indagine parlamentare, volta a determinare se Boris Johnson abbia deliberatamente ingannato i parlamentari nel caso, affermando ripetutamente alla Camera dei Comuni che tutte le regole sono state rispettate.

You May Also Like

About the Author: Rico Alfonsi

"Appassionato pioniere della birra. Alcolico inguaribile. Geek del bacon. Drogato generale del web".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.