Alla scoperta di un nuovo tipo di aurora boreale in un vecchio video

Alla scoperta di un nuovo tipo di aurora boreale in un vecchio video

Migliaia di anni fa, le luci polari sembravano avere segreti da comunicare.

Affascinano l’uomo da migliaia di anni: le luci polari, chiamate nord nell’emisfero nord e sud nel sud, sono fenomeni ottici che colorano il cielo e testimoniano l’attività del sole. Oltre ai diversi colori, possono visualizzare le molte forme e modelli diversi che gli astronomi e molti appassionati hanno pazientemente osservato. E così, in un vecchio video, risalente a vent’anni fa, i fisici dell’Università dell’Iowa hanno scoperto una nuova proprietà: zone d’ombra inaspettate.

Motivo per cancellare

Ciò che i ricercatori hanno osservato è il bagliore diffuso sullo sfondo dell’aurora boreale che è stata fotografata il 15 marzo 2002 a Churchill, nella baia di Hudson, in Canada. A quel tempo, gli osservatori, incluso David Knudsen, un fisico dell’Università di Calgary, non vedevano molto nonostante le buone condizioni notturne. Fortunatamente, hanno usato una fotocamera speciale che consente loro di catturare l’attività aurorale. Durante la visione del video è arrivata una sorpresa: hanno notato una zona scura al centro del bagliore diffuso che poi torna luminosa dopo pochi secondi.

Durante le due ore in cui la registrazione continua, il fenomeno si verifica 22 volte. A quel tempo, David Knudsen non l’aveva studiato ulteriormente, ma ne parlò alcuni anni dopo ad Alison Gaines che lo analizzò sistematicamente. Ha chiamato questo nuovo fenomeno “dissolvenza diffusa dell’aurora” e ha confermato che questo modello oscuro non è mai stato menzionato nella letteratura scientifica. I risultati vengono visualizzati in un file .

Credito: University of Iowa.

Ancora nessuna spiegazione

Le aurore luminose sono causate dall’interazione delle particelle cariche in movimento Con l’atmosfera. Queste collisioni si verificano tra 80 e 1.000 chilometri di altitudine e sono guidate da linee[…]

READ  Gli smartphone senza bordi attorno allo schermo saranno il grande trend del 2023

Maggiori informazioni su sciencesetavenir.fr

Leggi anche

You May Also Like

About the Author: Adriano Marotta

"Pluripremiato studioso di zombi. Professionista di musica. Esperto di cibo. Piantagrane".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *