Alfa Romeo Giulia, ancora attraente

Turbo Show – Novità: Alfa Romeo Giulia, appena viene menzionato il suo nome, gli appassionati rabbrividiscono. Perché dagli anni ’60, la berlina italiana scolpita ha attratto gli automobilisti con un tratto di matita ineguagliabile e le sue prestazioni dinamiche. DNA preso dalla sua ultima generazione uscito nel 2016 e rivisto pochissimo negli ultimi mesi per scoprirlo con la sua veloce versione Veloce, dirigersi verso il suo paese d’origine e la bellissima regione Liguria.

Ahhhh l’Italia è il paese più bello del mondo con la Francia ovviamente la patria della pizza e, naturalmente AutomobiliCapirai le belle macchine.

Tra questi, come non parlare della strepitosa Giulia, che è stata lanciata nel 2016, non è ancora stata ridisegnata e che non è invecchiata di poco. È stato molto meglio perché Julia è una delle ultime guardiane del Tempio dell’Alfa Romeo, fino alla rivolta degli Stilantes, speriamo.

Sì, con l’avanzamento di Giulietta e Stelvio, Giulia costituisce un piccolissimo gruppo del marchio italiano. Un gruppo che si arricchirà presto, a partire dall’arrivo dell’avveniristico SUV compatto Tonale seguito dalla partecipazione delle altre Alfa sulla stessa piattaforma di Peugeot o DS, l’altra ammiraglia del gruppo. Ma nel frattempo dobbiamo restare un po ‘.

Allora, mi dirai quali sono i cambiamenti nella versione 2021 di Giulia Velucci? Beh, non si vede nulla, ma il tuo portafoglio rischia di lamentarti perché la penale è svanita molto, passando da 9.500 € a 2.500 €. Non male per un’auto da 280 CV e costa ancora 57.500 €!

Per ottenere questa splendida impresa, gli ingegneri hanno completamente rielaborato il sottocarro per migliorare l’aerodinamica, prolungato la vita operativa del cambio automatico a 8 velocità e ripristinato i parametri del motore e gli pneumatici intarsiati con una bassa resistenza al rotolamento. Insomma, hanno fatto di tutto per renderlo meno avido di anidride carbonica.

READ  Karimi fa valzer pregiudizi sul video musicale di "Chi ci talia?"

Detto questo, abbiamo un po ‘di paura che il motore a benzina a 4 cilindri da 280 cavalli sia un po’ castrato. Partiamo sempre al volante, come in una Ferrari. E vedremo cosa ha da offrire.

Ebbene, il suono non è necessariamente lo stesso, ma non è affatto male, soprattutto in modalità dinamica con un piccolo tono metallico. Ci rammarichiamo anche di una leggera mancanza di span perché il motore si spegne sopra i 5.250 giri, e ci piace un po ‘di più soprattutto perché il cambio è reattivo e le prestazioni non sono affatto male.

Bastano 5 secondi 7 per raggiungere i 100 km / he una velocità massima reale di 240 km / h Cuore atletico Che ha di certo ancora l’invidia di alcuni concorrenti tedeschi!

Il suo comportamento dinamico è sempre un vero piacere! La struttura è chirurgica con un avantreno ultra stabile e uno sterzo estremamente diretto e di grande precisione.
E poi puoi divertirti dato che ha spinto così il culo è così divertente. Mamma, che divertimento!
E per chi vuole giocarlo in modo più confortevole, non preoccuparti che lo smorzamento sperimentale ti permetta di passare da un assertivo sportivo assertivo a qualcosa di più tradizionale. Prova che può fare tutto questo Julia!

Questo è ancora più vero dall’ultimo aggiornamento. Grazie a numerosi ausili alla guida e ad un sistema di infotainment aggiornato, Alfa Romeo Giulia ha colmato le proprie lacune. Certo, non è ancora né il più tecnico né il migliore della sua categoria, ma è senza dubbio il più affascinante. Una berlina nella più pura tradizione italiana, bella da guidare!

You May Also Like

About the Author: Drina Lombardi

"Analista. Creatore. Fanatico di zombi. Appassionato di viaggi. Esperto di cultura pop. Appassionato di alcol."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *