Pharos International Ambitions

Pharus Management Lux è una società di gestione, un membro del Gruppo Pharus. Il gruppo è stato creato nel 1998 e comprende anche il fondo di investimento collettivo multimanager Pharus Sicav e Pharus Asset Management, una società di gestione con sede in Svizzera. L’azienda lussemburghese, creata nel 2012, è gestita da Luigi Vitelli dal 2019.

Pharos Management Lux è una società di gestione “indipendente”. La sua prima peculiarità è per Luigi Vitelli in un luogo in cui le 384 società di gestione quotate appartengono per lo più a grandi gruppi finanziari. La seconda particolarità è il modello di business: “Sin dal nostro inizio nel 2012, abbiamo scelto di mantenere organizzazioni interne che sono generalmente esternalizzate da altre società di gestione”. Il primo di questi è la gestione del portafoglio. “Qui in Lussemburgo abbiamo un team dedicato che gestisce 300 milioni di euro di asset”. Un altro posto internamente riservato: l’Ufficio Legale. “Abbiamo un team di avvocati che si prendono cura della struttura legale di tutti i nostri prodotti e delle attività aziendali. Dalla preparazione dei volantini ai rapporti con CSSF, possiamo gestire tutto. Siamo veloci e competitivi.” accomodato. “Tutto questo ci consente di fornire soluzioni competitive e personalizzate a clienti professionali che cercano questa personalizzazione. Ecco perché la nostra azienda impiega 14 persone, che è un numero elevato per una piccola società di gestione indipendente. La media in Lussemburgo è da 5 a 8 persone. “

Sviluppo su 3 assi

Un modello di business “tailor made” che sembra aver raggiunto il suo target di nicchia: ricchi, manager, fondi, family office, assicurazioni e banche principalmente da Italia, Francia, Monaco, Svizzera, Regno Unito, Turchia e Messico.

READ  6 soluzioni auboise per mangiare bene

A fine 2020, Pharus Management Lux totale attivo di € 2,2 miliardi (+ 15% in un anno) in gestione suddiviso tra 14 sicav – 8 OICVM e 6 fondi surrogati -. Allo stesso tempo, il profitto è aumentato del 30%.

Luigi Vitelli non intende fermarsi qui. Mira a raddoppiare il volume d’affari entro il 2023. Per farlo, ha scelto tre aree di sviluppo.

Il primo è l’amministrazione privata. Per fare questo, Pharus Management Lux ha aperto una filiale a Milano nel 2020 impiegando 5 persone. La diversificazione storica di questo gruppo fino ad allora si era concentrata esclusivamente sulla gestione privata. “Dalla sua apertura, la nostra filiale ha raccolto 200 milioni di euro”, afferma l’amministratore delegato.

Il secondo asse di sviluppo è legato all’attualità: è la Brexit. “D’ora in poi, la società di gestione britannica non è più in grado di gestire direttamente un fondo europeo. Se vuole farlo, deve creare una filiale nell’Unione europea o trovare partner”. Luigi Vitelli vuole fare della sua azienda un partner privilegiato. Per lui, il piano industriale di domani sarà composto da manager di tutto il canale disposti a commercializzare i loro prodotti nel continente per selezionare una società di gestione europea che si occupi della pubblica amministrazione, con quest’ultima che autorizza la gestione degli investimenti. Si è appena conclusa la prima partnership in questa direzione.

Hong Kong è stata occupata dai fondi alternativi

Il terzo asse di sviluppo: l’Asia. Più specificamente, Hong Kong. Luigi Vitelli intende riflettere sull’interesse che gli ex gestori di colonia britannica hanno nei confronti dei fondi sostitutivi così come definiti nella direttiva AIFM. “Per attirare l’interesse degli investitori europei per le strategie con sede in Asia, l’idea è di creare veicoli lussemburghesi, e più specificamente RAIF, che saranno gestiti da gestori asiatici”. Se questa attività è ancora solo in fase esplorativa, Pharus Management Lux stima che in fase di start up potrebbe raccogliere tra i 150 ei 200 milioni di euro.

READ  L'Istat sta rivedendo le stime di crescita del PIL italiano

Infine, alla fine di marzo, Pharus Management Lux ha firmato una partnership con S&P Global per convalidare i criteri di sostenibilità nell’allocazione del portafoglio. “Nell’ambito della sua funzione di società di gestione, Pharus si impegna a esaminare un’ampia gamma di questioni legate alla sostenibilità, dall’occupazione all’inquinamento, ea valutare la qualità complessiva delle attività in cui intende investire tenendo conto dell’ambiente , fattori di governance sociale e aziendale “, spiega il CEO.

You May Also Like

About the Author: Malvolia Gallo

"Appassionato di alcol. Piantagrane. Introverso. Studente. Amante dei social media. Ninja del web. Fan del bacon. Lettore."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *