Afghanistan: i talebani permettono alle studentesse universitarie di tornare in classe

I talebani hanno assicurato martedì che le ragazze afgane e le studentesse universitarie sarebbero tornate a scuola “il prima possibile” e il loro ultimo annuncio di una serie di restrizioni sulle donne ha sollevato il timore che avrebbe impedito alle ragazze di studiare di nuovo.

• Leggi anche: Afghanistan: ISIS rivendica attentati contro i talebani a Jalalabad

• Leggi anche: Tra i due studenti, puoi fare “tutti gli sport” … se sei un uomo

Zabihullah Mujahid, portavoce del regime talebano, tornato al potere poco più di un anno fa, ha annunciato che il nuovo regime afghano ha completato anche la formazione del suo governo, che non comprende alcun ministro o ministero per le questioni femminili.

L’annuncio del ritorno delle ragazze nei college e nelle scuole, e poi nelle università private, conferma lo sviluppo mostrato dal movimento talebano fin dalla sua prima epoca nel 1996-2001, quando fu loro impedito qualsiasi istruzione e lavoro fuori dal Paese. .

Le lezioni nelle scuole afgane sono state interrotte a metà agosto dopo che i talebani sono tornati al potere in seguito al ritiro degli Stati Uniti e al crollo del governo filo-occidentale. È già ripreso per i ragazzi e le ragazze delle scuole elementari.

Sabato i talebani avevano indicato che ai ragazzi sarebbe stato permesso di rientrare nelle scuole medie e superiori, senza annunciarlo per ragazze e insegnanti, provocando venti di ansia nelle famiglie istruite e all’estero, guidate dalle Nazioni Unite.

“Stiamo per fare le cose (…) Accadrà il più rapidamente possibile”, ha detto Mujahid in una conferenza stampa a Kabul sul continuo ritorno degli studenti delle scuole medie, aggiungendo che il governo vuole fornire un ” ambiente di apprendimento sicuro.” per le ragazze prima che tornino a scuola.

READ  L'indagine sull'assalto al Campidoglio | Donald Trump cerca di impedire agli ex consiglieri di testimoniare

Ma molte donne afghane mettono ancora in discussione la vera volontà degli islamisti di concedere loro le libertà. “Era così l’ultima volta (tra il 1996 e il 2001, ndr). Continuavano a dire che ci avrebbero lasciato tornare al lavoro, ma non è mai successo”, ha detto un professore all’AFP lunedì.

Come annunciato dal portavoce ufficiale del regime, il movimento talebano ha completato la formazione del suo governo e ha coinvolto alcuni membri di altre sette, in linea con il loro impegno iniziale di avere un governo aperto alla diversità.

“Mi serve del tempo”

Il nuovo ministro della salute è membro della setta Hazara, minoranza sciita perseguitata dai talebani negli anni ’90, e ministro del commercio, commerciante del Panjshir, provincia tagika storicamente ostile ai talebani.

Dopo l’annuncio, il 7 settembre, della prima parte del governo, di cui hanno grande fiducia i leader storici del movimento negli anni ’90, a maggioranza pashtun del sud e dell’est del Paese, i talebani sono stati frenati dall’Occidente a causa della la loro mancanza di diversità.

Martedì, il signor Mujahid ha anche criticato l’assenza di una donna nel governo ed è stata confermata anche l’assenza di uno dei ministeri femminili.

In un altro segno di indurimento, il nuovo regime la scorsa settimana ha installato il Ministero per la Promozione della Virtù e la Prevenzione del Vizio, temendo il fondamentalismo durante la prima era talebana, per sostituire il precedente Ministero per gli Affari Femminili.

Dal punto di vista economico, il Paese, in gran parte dipendente dagli aiuti internazionali da 20 anni, è da un mese parzialmente fermo, soffrendo per la fuga di decine di migliaia di afgani ricchi e istruiti e per i beni congelati nei mercati internazionali. inflazione. Tutto questo sta alimentando una grave crisi economica, costringendo molti afgani a lottare ogni giorno per trovare qualcosa per sopravvivere.

READ  Decodifica | Il fantasma di Jim Crow in Georgia

A un mese dal cambio di regime, molti dipendenti pubblici lamentano di non percepire uno stipendio da almeno due mesi.

M. Mujahid s’est efforcé de les rassurer en annonçant que les talibans avaient assez d’argent pour payer leurs salaires, même s’il a aussitôt ajouté que le gouvernement avait «besoin de pcision tempus distribuer» Period.

A New York, davanti all’Assemblea generale delle Nazioni Unite, il Pakistan ha invitato la comunità internazionale a liberare miliardi di dollari di beni afgani congelati dal ritorno al potere dei talebani, senza sperare in un rapido riconoscimento del regime islamico.

Fin dal loro arrivo, i talebani hanno imposto anche notevoli restrizioni all’accesso delle donne al mondo del lavoro, obbligandole a restare a casa “per la propria sicurezza” e fino a quando non potranno regolamentare la separazione tra uomini e donne anche sul posto di lavoro.

Domenica, il nuovo sindaco di Kabul ha annunciato che i posti di lavoro delle donne nella sua municipalità saranno ora occupati da uomini.

Dopo l’invasione occidentale e la caduta della prima versione dei talebani alla fine del 2001, le donne hanno acquisito numerosi diritti, diventando parlamentari, giudici, piloti, agenti di polizia…soprattutto nelle grandi città.

Così centinaia di migliaia di donne sono entrate nel mondo del lavoro, una questione di sopravvivenza per quelle rimaste vedove da decenni di guerra o responsabili di mariti disabili.

Da vedere anche…

You May Also Like

About the Author: Rico Alfonsi

"Appassionato pioniere della birra. Alcolico inguaribile. Geek del bacon. Drogato generale del web."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *