7 piante efficaci per migliorare la memoria

Senti un ricordo “fallito”? Oltre a uno stile di vita sano, semplici trattamenti influenzeranno le tue capacità di memoria.

piante efficaci


Ginkgo biloba È la prima pianta ad essere utilizzata. Ha proprietà neuroprotettive, anti-proliferative e antiossidanti. I suoi effetti sulla circolazione cerebrale migliorano la cognizione.


Come usarlo? in un estratto vegetale fresco standardizzato o EPS (1 cucchiaino al giorno); In ammollo madre (da 10 a 15 gocce al giorno); nella tintura materna (50 gocce al mattino e alla sera); In capsule di estratto secco (da 2 a 4 al giorno); Nell’infuso delle foglie (2 cucchiaini per tazza), mettete a bagno per 10 minuti e bevetene due tazze al giorno.


Bacopa È una pianta medicinale ayurvedica. Migliora la memoria, la concentrazione, l’attenzione e l’ansia. È ampiamente utilizzato per aiutare gli studenti durante gli esami, che iniziano almeno due mesi prima degli esami.


Come usarlo? Soprattutto in capsule o compresse di estratto secco (da 200 a 400 mg al giorno).


Rosmarino Attiva la memoria e migliora microcircolazione.


Come usarlo? sotto forma di infuso di foglie (1 cucchiaino, due volte al giorno); in capsule o compresse di un estratto secco (2 o 3 al giorno); in pura madre di giovani germogli (10 gocce al giorno); in EPS (1 cucchiaino al giorno).


parole di alghe È un’alga blu che promuove sensazioni di benessere e migliora la concentrazione e la memoria.


Come usarlo? In capsule o compresse a dosi diverse a seconda del produttore, in polvere o in un estratto liquido. Assumere da 2 a 3 grammi al giorno.


zafferano È un neuroprotettivo che migliora le funzioni cognitive come la memoria grazie ai suoi principi attivi. Sarebbe un buon trattamento preventivo per il morbo di Alzheimer.


Come usarlo? In capsule o compresse, un estratto secco al ritmo di 30 mg al giorno. È controindicato nelle donne in gravidanza.


bagnare i germogli di pino, Con le sue proprietà antiossidanti, antinfiammatorie e stimolanti del microcircolo, in particolare del cervello, permette di migliorarne la conservazione, soprattutto nelle persone con disturbi della circolazione cerebrale.


Come usarlo? Nella madre immergere a una velocità di 10 gocce al giorno. Ha un ottimo rapporto con il ginkgo.


rodiola È un adattogeno che aiuta a regolare l’ansia e lo stress. Questa pianta migliora le prestazioni intellettuali e la memoria. Può essere utilizzato nelle malattie della vecchiaia, ma anche nelle malattie neurodegenerative come il morbo di Parkinson o il morbo di Alzheimer.


Come usarlo? Sotto forma di estratto, in capsule o compresse (2 del mattino); in EPS (1 cucchiaino al mattino); Nella tintura della madre (50 gocce al mattino).

Terapie complementari


Cervello ben ossigenato Migliora la conservazione. Da qui la necessità di praticare una respirazione profonda e una regolare attività fisica. Lo stress fa male alla memoria. È necessario ridurlo il più possibile e fare trattamenti con magnesio. Troppo zucchero ha un effetto tossico sul cervello e sulla cognizione, a causa dell’elevata secrezione di insulina che stimola l’infiammazione. Omega-3 è necessario per il corretto funzionamento del cervello. È necessario mangiare regolarmente pesce grasso, noci e mandorle e utilizzare oli vegetali come olio di colza e olio di noci.

Scoprire di più:


Fitoterapia (per la guarigione naturale), del Dr. Joel Liageri, editore. Guy Tridaniel, 23 euro.

READ  I polpi hanno sogni? Forse, ma non molto tempo ... | Scienza | Notizie | il Sole

You May Also Like

About the Author: Malvolia Gallo

"Appassionato di alcol. Piantagrane. Introverso. Studente. Amante dei social media. Ninja del web. Fan del bacon. Lettore".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.