Var: due casi di febbre dengue autoctona rilevati a Var

Attenzione alle zanzare tigre. Venerdì 13 agosto, l’Agenzia regionale per la salute della Provenza-Alpi-Costa Azzurra ha annunciato la scoperta di due casi originali di dengue, senza alcun legame tra loro, nel Var quest’estate.

Il primo caso è stato scoperto a Tolone alla fine di luglio, mentre il secondo è stato scoperto a Solis-Pont, nella remota regione del Var. Ed è per questo che stiamo parlando di questioni indigene, afferma ARS in un comunicato stampa. E “finora non è stato stabilito alcun legame epidemiologico tra questi due eventi e le indagini sono ancora in corso”.

L’ARS ha affermato che il quartiere di Solliès-Pont in cui risiedeva la persona infetta è stato “ripulito dalle zanzare” entro un raggio di 200 metri, “per eliminare le zanzare adulte potenzialmente infette per impedire loro di mordere qualcun altro nei siti di riproduzione della zona”.

ARS sta cercando altri possibili casi

Parallelamente al controllo delle zanzare, l’ARS sta conducendo un’indagine nel quartiere di una persona infetta per identificare altri possibili casi. Questi sono gli unici casi originali di febbre dengue segnalati nella capitale francese, secondo Public Health France, che però, dal 1 maggio, ha contato 109 casi importati, di cui 87 dalla Reunion.

La febbre dengue si trasmette da persona a persona tramite la puntura di una zanzara, in questo caso la zanzara tigre.

READ  [Société] Tague la NRL Extinction Rebellion

You May Also Like

About the Author: Malvolia Gallo

"Appassionato di alcol. Piantagrane. Introverso. Studente. Amante dei social media. Ninja del web. Fan del bacon. Lettore."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *