Un uomo si taglia la lingua in sacrificio a una dea in India

Un uomo indiano era in condizioni critiche domenica dopo essersi tagliato volontariamente la lingua in sacrificio a una dea in un tempio indù, ha detto la polizia.

L’abuso dello stesso contadino, un 40enne che ha usato un coltello, ha scatenato sabato il panico tra la folla che si è accalcata nel tempio dell’Uttar Pradesh (Nord).

L’investigatore della polizia Abhelesh Tiwari ha detto all’AFP che il contadino e sua moglie hanno prima eseguito i loro rituali, poi hanno tirato fuori un coltello e gli hanno tagliato la lingua prima di metterla sulla porta del tempio.

“Gli agenti di polizia di stanza nel tempio sono corsi da lui e lo hanno portato in ospedale con l’aiuto dei devoti”, ha aggiunto il signor Tiwari.

Secondo lui, la moglie ha spiegato alla polizia che suo marito “sacrificava” la sua lingua per compiacere la dea, ma non poteva dare una ragione per questo atto.

Atti di automutilazione e persino casi di sacrificio umano continuano in India poiché gran parte della popolazione mantiene credenze superstiziose e talvolta compie strani atti per compiacere gli dei.

Almeno due incidenti simili sono stati segnalati in due stati indiani l’anno scorso: due uomini sulla ventina si sono tagliati la lingua per offrire agli dei.

Nel 2020, un sacerdote indù ha decapitato un contadino e ha offerto la sua testa in sacrificio, sostenendo che un dio gli aveva comandato in sogno di farlo.

READ  "Rimarrai bloccato con me di nuovo."

You May Also Like

About the Author: Rico Alfonsi

"Appassionato pioniere della birra. Alcolico inguaribile. Geek del bacon. Drogato generale del web".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.