Un hacker belga, incarcerato a Milano, vuole comparire in Belgio per evitare una condanna a 22 anni negli Usa

Kevin D. , nato a Mechelen (Fiandre), è incarcerato in Italia. Presto sarebbe dovuto comparire davanti al tribunale penale di Michelin. Le autorità del Texas vogliono processarlo per aver violato il sistema informatico di una delle principali compagnie aeree. Se condannato nel nostro Paese, il 28enne non può essere estradato negli Stati Uniti dove rischia 22 anni di carcere!

Kevin D, che negli ultimi anni si è divertito ad hackerare i sistemi informatici, è già stato condannato per pirateria informatica in passato. Il giovane è già stato punito davanti al tribunale di Mechelen dopo aver violato, tra l’altro, i sistemi informatici del cinema e i sistemi della società di telecomunicazioni Mobistar dell’epoca, possiamo leggere la stampa fiamminga questo mercoledì.

È stato dimostrato che entra anche nei sistemi delle compagnie aeree. Ad esempio, prenota diversi biglietti gratuiti in business class, su Brussels Airlines ma anche su American Airlines.

Gli americani lo prendono molto sul serio. American Airlines ha intentato una causa e un tribunale del Texas ha emesso un mandato d’arresto internazionale. Il Belgio ha rifiutato di collaborare all’estradizione di Kevin Dee, ma quando ha voluto assistere a una partita di calcio a Milano, è stato arrestato.

È in carcere a Milano

Da allora è rinchiuso nel carcere di San Vittore a Milano, dove si attendono notizie. La Cour suprême et le ministre italien compétent ont déjà donné leur feu vert à l’extradition vers les Etats-Unis, mais avec leurs collègues italiens, les avocats Frédéric Thiebaut ont sospeso la tempé à Merécaire -settembre. Nel frattempo è stata avviata una procedura in Belgio. Ecco perché Kevin ora dovrà comparire nel tribunale penale di Mechelen per frode informatica.

READ  L'Unione Europea discuterà lunedì di nuove sanzioni contro Mosca

In questo modo, gli avvocati sperano di impedire l’estradizione in modo permanente. Una persona può essere condannata solo una volta per gli stessi crimini. Se un giudice a Mechelen annuncia una condanna contro Kevin Dee, un’ulteriore condanna negli Stati Uniti non è più possibile. Rischia 22 anni di carcere in Texas. È molto più della pena massima di cinque anni e due anni consecutivi che rischia in Belgio per pirateria informatica offshore e frode informatica.

dramma familiare

I genitori di Kevin hanno potuto visitare per la prima volta il figlio a giugno nel carcere italiano. A meno che padre Alex non supporti. Morì di infarto poco dopo. “E’ una tragedia per tutta la famiglia” Lo ha detto l’avvocato difensore Frederic Thibaut. “Speriamo che questo incubo finisca il prima possibile”.

You May Also Like

About the Author: Malvolia Gallo

"Appassionato di alcol. Piantagrane. Introverso. Studente. Amante dei social media. Ninja del web. Fan del bacon. Lettore".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.