Tuchel frustrato dalla massa ridotta e dall’atteggiamento attendista degli italiani

Mercoledì il Chelsea ha perso contro la Juventus (1-0) nonostante avesse chiaramente il pallone a loro favore, tanti tiri e un solo tiro in porta: il palo. Thomas Tuchel non si aspettava un simile atteggiamento attendista dai suoi avversari.

La Juventus ha preso lo shock della serata di mercoledì contro il Chelsea (1-0) in Champions League. Il gol di Federico Chiesa, a dieci secondi dall’inizio della ripresa, è bastato a deliziare gli italiani, molto cauti per tutta la gara. Tanto per il gusto di Thomas Tuchel, che lamenta che i suoi giocatori non siano stati in grado di radunare la partita nonostante il 70% di possesso e 16 tentativi di tiro.

“Era davvero basso e aspetta e vedrai”

Il tecnico tedesco ha dichiarato al termine dell’incontro: “Siamo stati molto attivi, molto affamati e pronti a recuperare (dopo la sconfitta di sabato contro il Manchester City). Un ritmo alto contro una squadra che difende molto bassa. Il modo in cui abbiamo giocato e controllato all’inizio, potevamo già salire sull’1-0”.

“A questo livello non si può subire un gol facile come questo nei primi secondi del secondo tempo, si è rammaricato l’ex allenatore del PSG. Quando hai un’organizzazione difensiva come quella che abbiamo noi, di solito, possiamo difendere in questa faccenda. Noi abbiamo avuto difficoltà a imporre il nostro ritmo perché erano molto bassi e stavamo aspettando e aspettando. Abbiamo avuto difficoltà a concentrarci, ma è quello che deve essere fatto. Non siamo stati abbastanza liberi oggi, non so perché, è su tutta la squadra. Siamo stati lenti nel prendere le nostre decisioni, per questo è difficile da analizzare”.

READ  Romelu Lukaku (Inter) organizza una doppietta opportunistica contro il Benevento

>> Iscriviti per guardare la Champions League con il pacchetto RMC Sport + beIN Sports

“Questa sera (mercoledì) siamo stati molto attenti anche con i palloni inattivi e non abbiamo corso rischi – ha ammesso il tecnico della Juventus Massimiliano Allegri. Già stamattina, quando ci stavamo allenando, ho visto che c’era interesse. Dobbiamo portare che puntano a sabato perché c’è un derby (contro il Torino) e dobbiamo migliorare la situazione in classifica di campionato. Dobbiamo rivedere questa Juve contro il Torino. L’importante è capire che per ottenere certe vittorie bisogna anche passare il turno queste partite”.

You May Also Like

About the Author: Fina Lombardi

"Fanatico della cultura pop. Ninja zombi estremo. Scrittore professionista. Esperto di Internet."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *