Tour de France 2024: La competizione partirà da Firenze, con la prima partenza dall’Italia

Tour de France 2024: La competizione partirà da Firenze, con la prima partenza dall’Italia

Il Tour de France partirà da Firenze nel 2024, la storica 111ª edizione in quanto sarà la prima volta che l’evento si svolgerà in Italia.

Il Tour de France partirà da Firenze nel 2024. Questa è la prima volta che la corsa parte in Italia. La fase finale si terrà a Nizza il 21 luglio per la sua vicinanza ai Giochi Olimpici di Parigi.

“Il Tour è partito da tutti i Paesi confinanti con la Francia. Ha anche lasciato sei volte l’Olanda, che non ha un confine comune con la Francia. Ma non ha ancora lasciato l’Italia. C’è una sorta di contraddizione che scomparirà”, dice Christian Prudhomme, direttore del Tour de France che è in Italia fino a venerdì per presentare questa 26esima partenza importante dall’estero, la terza consecutiva dopo Copenaghen nel 2022 e Bilbao nel 2023.

Tre fasi nel paese

Tre fasi del concorso si svolgeranno in Italia. Si svolgerà il 21 luglio nell’ultima tappa, che è una cronometro individuale, appena cinque giorni prima dell’inizio dei Giochi Olimpici nella capitale.

Per quanto riguarda la prima tappa (29 giugno), sarà la “media montagna o addirittura montagna con un dislivello positivo di 3700 metri”, che collegherà Firenze e Rimini, ideale per gli scalatori.

La seconda fase si adatterà alle esercitazioni. I ciclisti attraverseranno anche la città di Imola, dove l’ex specialista di ciclocross Julian Alaphilippe ha vinto il suo primo titolo iridato del 2020.

Infine, la contestata terza e ultima tappa in Italia si disputerà tra Piacenza e Torino.

Celebra il ciclismo italiano

“Lasciare all’estero, non solo suppongo, lo pretendo. C’è un’enorme richiesta di forze di sicurezza francesi nel 2024, quindi un’uscita significativa dall’estero può aiutare”, ha spiegato Christian Prudhomme.

Si tratterà anche di celebrare il ciclismo italiano, visto che nel 2024 ricorre il centenario della prima vittoria italiana sul Grand Ring, quella di Ottavio Botticchia nel 1924.

“Al chilometro zero dopo Firenze passeremo davanti al Museo di Gino Bartali (due volte vincitore del Tour de France nel 1938 e nel 1948). Passeremo anche davanti al luogo dove riposa Fausto Coppi. Ci sarà la partenza della tappa a Cesenatico dove è sepolto Marco Pantani.C’è un chiaro legame con la leggenda del ciclismo italiano e i suoi campioni”, conferma il Direttore del Tour.

READ  Jean Dujardin: la sua divertente risposta alle critiche di un fan su Instagram

You May Also Like

About the Author: Drina Lombardi

"Analista. Creatore. Fanatico di zombi. Appassionato di viaggi. Esperto di cultura pop. Appassionato di alcol".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *