Sydney Govo: ​​”Impossibile riprendersi da una sconfitta in una finale di Mondiale”

Sydney Gofu, come ti sei ripreso dalla sconfitta nella finale dei Mondiali? Il risveglio deve essere complicato.

Sidney Govo: ​​​​Quindi… dalla nostra memoria, siamo tornati a Parigi il giorno dopo, e siamo andati all’Hôtel de Crillon… Cerchi di andare avanti ma non lo superi mai. In effetti, non puoi riprenderti dalla sconfitta nella finale dei Mondiali. Ma d’altra parte, fa parte del lavoro… quindi devi superarlo, tornare al club e così via. Con questa squadra francese abbiamo avuto l’opportunità di fare una buona corsa, quindi, con grandi virgolette, “è un po’ più semplice”. Ma ti fermi alle porte di quello che è il più grande del mondo. Quindi non puoi aggirarlo. No. Non puoi.

Tuttavia, come Blues in Place de la Concorde lunedì sera, all’Hôtel du Crillon, ha mostrato ampi sorrisi. Stava sorridendo faccia a faccia?

Coppa del Mondo

Più tempo di gioco… e clemenza: una nuova era per l’arbitraggio del Qatar

7 ore fa

SG: (interrompendosi) No, ma tu sorridi perché sei felice, vedi le persone, e sei felice di comunicare con le persone che sono lì. Ma a livello individuale, anche a livello collettivo: non si può farne a meno. No. Faremo con questa sconfitta in finale. In effetti, la storia è come affronti quel fallimento, non come ti riprendi.

Sydney Jovo sul balcone del Crillon Hotel dopo la finale del 2006 (JACQUES DEMARTHON / AFP via Getty Images)

Credito: Getty Images

Quindi un giocatore come Ousmane Dembele, sfortunato eroe di questa finale, rischia di avere giorni e notti complicate…

Segretario Generale: Non credo. Il mondo è cambiato! Tutto sta andando molto velocemente adesso, e questo ha un lato positivo. In tutte le direzioni! In un momento specifico, sei il miglior giocatore del mondo e due secondi dopo sei l’uomo più odiato e odiato del mondo. Questa è la sua occasione e quella di tutti questi giovani giocatori. Lo supererà. Tutti si riprendono dai propri errori.

Riusciamo davvero a goderci la vacanza?

Segretario Generale: (sorride) Ah sì, sì. Le vacanze sono vacanze! Sono andato al sole con entusiasmo. Il mio unico desiderio dopo questa sconfitta erano i rigori.

Prima dell’Argentina, queste sessioni hanno spezzato il cuore dei Blues

Questa rapida ripresa dei campionati europei li aiuterà davvero?

SG: Lì avranno due o tre settimane di ferie. Chiaramente non penso che il PSG riporterà Kylian Mbappe e Lionel Messi la prossima settimana. Credo ci sia un minimo di scappatoia da rispettare, quindi non è nell’interesse di nessuno fare ricorso davanti alla trentaduesima Coupe de France per esempio. È indiscutibile che dovrebbero essere lasciati recuperare bene.

Ma pensieri come “perché l’allenatore non mi ha fatto entrare” e così via, non ti giravano per la testa. ?

Segretario Generale: Questo è quello che sto dicendo. Non puoi cancellare questi pensieri e questo evento. Affronta questa delusione e la gestisci nel miglior modo possibile. rimborso n. Insisto davvero su questo.

Sidney Govo recupera la sua medaglia dopo aver perso nella finale della Coppa del Mondo

Credito: Getty Images

Perdere ai rigori senza partecipare alla seduta è ancora più frustrante, vero?

Segretario generale: Francamente… una perdita per me è una perdita. Ai rigori, 2-0, 3-0… ho perso, ho perso.

Fa più male il fatto che l’Italia vittoriosa rientri subito dopo le qualificazioni e vinca la partita?

SG: No… è stato utile alle persone che pensavano fosse una vendetta. Ma non c’è mai una rivincita finale ai Mondiali. Non trovato. Anche incontrarla di nuovo non ha fatto niente di speciale per me. È pur sempre uno sport: perdiamo contro una squadra, e poi la ritrovi perché devi qualificarti per gli Europei che verranno dopo. Psicologicamente, non ho affrontato questa partita dicendomi che ci saremmo vendicati, ecc. Era una partita di qualificazione che doveva essere giocata. Punto.

Quando indossi la tua doppietta, ti dici: “Ho mostrato al mio allenatore, Raymond Domenech, che potevo giocare ed essere decisivo nella finale di Berlino”?

Segretario Generale: Mi scusi. Non significa niente. La verità di un giorno non è la verità di domani. Non credo che sia così su base giornaliera. Non avevo niente da dimostrare ai miei allenatori o ai miei compagni di squadra. Quando ho saputo che avrei iniziato questa partita da principiante, mi sono detto che avrei mostrato le mie qualità. Ma non ho mai pensato di restare in panchina a Berlino. Non avevo bisogno di dimostrare di essere un grande giocatore. Sapevo già di essere una brava persona (ride). Molte persone si sono chieste perché fossi lì quando non ho giocato un solo minuto in nessun club perché volevo partire per il Lione, ma ero lì per fare il mio lavoro. E lo ha fatto bene.

Sidney Govo con la Francia contro l’Italia nel 2006.

Credito: AFP

Coppa del Mondo

Chambering, fantoccio: Martinez, ossessione per Mbappé

9 ore fa

Coppa del Mondo

Festeggiamenti esagerati: gli argentini sorvolano Buenos Aires in elicottero

9 ore fa

READ  La prossima estate è in programma un duello tra Italia e Argentina

You May Also Like

About the Author: Fina Lombardi

"Fanatico della cultura pop. Ninja zombi estremo. Scrittore professionista. Esperto di Internet".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.