Sicilia colpita da un ciclone mortale, la città di Catania devastata

Pubblicato su : Modificato :

Secondo gli esperti, i disastri causati dal ciclone tropicale Medicane che sta colpendo Catania e dintorni, sulla costa orientale della Sicilia, non sono estranei alle attività umane che stanno accelerando gli squilibri climatici in Italia. in climatologia.

Piogge di intensità senza precedenti, vento che soffia a 120 km/h, la città di Catania e la sua provincia sono devastate dal ciclone Medicane.

Di fronte alle alluvioni, che hanno già provocato tre morti e un disperso, il capo della Protezione civile, Fabrizio Curzio, ha convocato a Catania una riunione per coordinare gli aiuti alla popolazione. Ha avvertito che la situazione peggiorerà ulteriormente da domani, mercoledì, in Sicilia ma anche in altre regioni del sud e centro Italia, riferisce il nostro inviato da Roma, Anne Le Nir.

Su Twitter stanno circolando video che mostrano un torrente d’acqua che scorre nel centro di Catania. Il sindaco parla di un disastro senza precedenti


I fiumi si sono sollevati dai loro letti in tutta l’isola siciliana, mentre le frane ne pregiudicano la circolazione. Il maltempo che ha colpito la terra per tre giorni, ha colpito ma anche il mare: diverse navi sono in difficoltà tra le onde e inviano segnali per raggiungere un porto il più rapidamente possibile.

Estremizzazione climatica provocata dall’uomo

Sullo sfondo, gli esperti notano che la gravità dell’impatto del ciclone è legata a quella che chiamano “estremizzazione climatica”, causata dall’uomo. In altre parole: edilizia abusiva, prevenzione insufficiente dei rischi idrogeologici e aumento dell’effetto serra dovuto all’utilizzo di combustibili fossili.

In Sicilia il tasso di energie rinnovabili non supera il 12,5% contro l’83% in Valle d’Aosta.

READ  Italia: Ibrahimovic "molto vicino" per allungare al Milan

You May Also Like

About the Author: Cosimo Fazio

"Evangelista di zombi. Pensatore. Creatore avido. Fanatico di Internet pluripremiato. Fanatico del web incurabile."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *