Segni per individuarlo rapidamente in mio figlio

di base

  • La bronchiolite è un’infezione respiratoria causata dal virus RSV ed è caratterizzata da un episodio di disagio respiratorio: tosse, respiro accelerato e respiro sibilante.
  • Colpisce quasi il 30% dei bambini di età inferiore ai due anni ogni inverno, secondo Public Health France.
  • Uno studio ha rilevato che l’infezione da virus respiratorio sinciziale (RSV) può essere facilitata dall’esposizione dei polmoni all’inquinamento atmosferico.

Il virus respiratorio sinciziale, o RSV, è piuttosto raro e innocuo per gli adulti sani, ma può causare gravi complicazioni nei bambini piccoli e negli anziani. È altamente contagioso ed è la causa più comune di infezione respiratoria nei bambini in tutto il mondo, incluso bronchiolite;.

Infezione da virus respiratorio sinciziale: quali sono i sintomi?

Colpisce principalmente i bambini di età inferiore ai due anni, il cui sistema immunitario è ancora in fase di sviluppo. Quest’ultimo è quindi ad alto rischio di essere ricoverato in ospedale a seguito di complicazioni da infezione, come problemi respiratori o disidratazione. Questo è il motivo per cui è così importante che i genitori individuino i segni dell’infezione da RSV.

I sintomi di solito iniziano a comparire tra quattro e sei giorni dopo l’infezione da RSV. Negli adulti è responsabile della rinite o di una sindrome simil-influenzale. I sintomi includono naso che cola, diminuzione dell’appetito, tosse, starnuti, febbre e respiro sibilante. La malattia scompare da sola entro una o due settimane per gli adulti sani.

Tuttavia, questi sintomi potrebbero non comparire inizialmente nei neonati, che non hanno modo di dire agli adulti che si sentono male. In questo caso i tre sintomi da identificare sono irritabilità, mancanza di attività e difficoltà respiratorie (tosse secca con respiro sibilante e respiro accelerato). Durante i primi giorni della malattia può comparire anche una leggera febbre. Se questi sintomi sono presenti, è necessario visitare il medico di medicina generale o il pediatra.

Presto sarà possibile rilevare in anticipo casi gravi di infezione da RSV

un Uno studio recentePubblicato sulla rivista Frontiere in ImmunologiaEsplora un modo potenziale per dire quali bambini con infezione da RSV necessitano di cure intensive e per quanto tempo. Secondo i ricercatori dell’Ann & Robert H. Lurie Children’s Hospital di Chicago, sono i tamponi nasali che possono dirci: i bambini che avevano più danni alle pareti del naso finivano per rimanere più a lungo nei loro passaggi nasali. Unità di terapia intensiva pediatrica.

Secondo gli autori dello studio, se i risultati fossero validi in studi clinici più ampi, gli scienziati potrebbero sviluppare un test PCR specifico per RSV che potrebbe identificare i bambini infetti che sono a rischio di gravi complicanze.

Questo potrebbe salvare la vita di molti bambini poiché, Secondo uno studio precedenteMentre si stima che 120.000 bambini siano morti di infezione da RSV in tutto il mondo, i numeri sono in realtà molto più alti. Quando i ricercatori hanno incluso i tassi di mortalità dai dati ospedalieri, le proiezioni sono aumentate a un decesso su 10 tra i bambini di età inferiore ai sei mesi. I bambini che vivono in paesi a basso e medio reddito con un accesso inadeguato alle cure mediche hanno maggiori probabilità di morire a causa di infezioni virali.






















READ  Quando la scienza governa le nostre vite

You May Also Like

About the Author: Malvolia Gallo

"Appassionato di alcol. Piantagrane. Introverso. Studente. Amante dei social media. Ninja del web. Fan del bacon. Lettore".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.