Scopri l’origine delle mummie di San Giovanni dal DNA dei pidocchi umani

Una delle mummie studiate apparteneva alla cultura di Anselda. Ha vissuto 2000 anni fa in quella che oggi è San Juan, in Argentina.

Nel ciclo riproduttivo dei pidocchi, la femmina depone le uova che si attaccano ai capelli umani. Queste polveri aderiscono alle estremità delle radici dei capelli. Sì, aderisce bene. Questo perché i pidocchi producono una sostanza molto forte come il cemento. Questi microbi sono parassiti endemici dell’uomo. Condividono la loro storia evolutiva e Los AngelesAlejandro Borruti, uno scienziato argentino che conduce ricerche presso l’Università di Reading nel Regno Unito, si è concentrato su questa relazione. Scopri le mummie di antiche mummie conservate a San Juan, in Argentina. Fu il primo a leggere l’antico DNA umano di Nietzsche.

Forse le lendini possono essere considerate una creatura inquietante, ma leggerle può essere un ponte per svelare storie del lontano passato e degli ultimi anni. “, Egli ha detto Infobe Un biologo di nome Boruti. È membro del Comitato direttivo dell’Associazione Europea degli Oncologi e ha ricevuto premi dalla Società Archeologica Argentina e il Premio Caesar Milstein dal Ministero della Scienza, della Tecnologia e dell’Innovazione.

Insieme ai colleghi della National St John’s University, del Museo di Storia Naturale dell’Università di Oxford, dell’Università di Bangkok e dell’Università di Copenhagen in Danimarca, Perotti ha pubblicato i risultati di un’invenzione dalle molte implicazioni. Fornisce una migliore comprensione di come apparivano gli immigrati in Sud America da 2.000 a 1.500 anni fa e apre la possibilità di esplorazione senza gli scheletri e le mummie del passato. Interferire con queste persone. Hanno dimostrato che la storia può essere compresa solo studiando i pidocchi che attaccano gli umani.

“Cemento” / capelli umani attaccati all’Università di Reading

“È estremamente difficile ottenere un esemplare distrutto per motivi etici e i metodi standard di rottura del cranio per accedere alla roccia o per rimuovere i denti rimanenti sono spesso vietati per motivi di sicurezza”, hanno scritto in un rapporto. Biologia molecolare ed evoluzione. Per evitare queste difficoltà, Brody e colleghi hanno testato i benefici dello studio del DNA umano trovato nelle lendini delle mummie conservate a San Juan.

READ  Gli scettici sui vaccini nei Balcani rendono la vita difficile alla scienza | Scienza | Notizie | il Sole

Le mummie appartenevano a umani che arrivarono nelle Ande da 1500 a 2000 anni fa. Le loro cellule della pelle sono intrappolate nel cemento prodotto dai pidocchi. Il team di scienziati ha scoperto 6 pidocchi da ciascuna delle mummie di San Juan ed ha estratto il DNA umano. La qualità del materiale è stata quindi confrontata con la qualità della roccia e dei denti disponibili.

I campioni di Knit Cement hanno prodotto la stessa concentrazione di DNA dei campioni dentali, più del doppio della concentrazione ossea e quattro volte il DNA recuperato dallo stomaco come DNA umano. Oltre alla tecnica, questo studio ha permesso di scoprire chi sono. Da dove venivano i loro antenati? “L’antica analisi del DNA ci ha fornito informazioni su nuove antiche rotte migratorie verso il Sud America”, ha detto il ricercatore.

“Una mummia viveva nell’area di San Juan 2000 anni fa. Esaminando il suo DNA basato sul cemento prodotto dai pidocchi, è stato in grado di identificare i discendenti che vivevano a nord del bacino amazzonico, in Venezuela e nel nord del Brasile. Boruti ha spiegato che sembra esserci un enorme afflusso di persone, ma non è chiaro se siano arrivate dall’est e poi si siano trasferite nell’Argentina centrale e occidentale.

Hanno scoperto questa rotta migratoria studiando il DNA umano, ma si sono anche concentrati sul DNA dei pidocchi. “C’era una corrispondenza nel DNA umano e nel DNA del cavaliere. Entrambi i DNA provengono da Amazon. Uno specchio di quello che è successo all’ospite Pan”, ha detto lo scienziato. L’esistenza di queste rotte migratorie è stata suggerita molti anni fa dal professor Mariano Gambier di San Juan.

READ  Coronavirus, 278 persone sono attualmente ricoverate al Gard

quando, Uno scienziato afferma che altre due mummie sono legate a persone vissute in Patagonia 1.500 anni fa. “Abbiamo anche condotto uno studio comparativo con dati provenienti da loci genetici e identificato un percorso alternativo dalla Patagonia 1.500 anni fa al centro-ovest della regione attuale”, ha aggiunto.

Il team di Alejandro Prodi esamina i pidocchi e le lendini come fonti di informazioni per chiarire crimini e decessi/documenti sospetti.
Il team di Alejandro Prodi esamina i pidocchi e le lendini come fonti di informazioni per chiarire crimini e decessi/documenti sospetti.

Un’altra scoperta è che, esaminando le mummie, la Merkel ha effettuato la prima registrazione del poliovirus cellulare. È un virus descritto nel 2008 Si trova anche nella pelle sana. Le infezioni virali a volte causano il cancro della pelle. Il team del prototipo ha trovato una mummia intrappolata nel DNA nel cemento notturno. Il ricercatore ha concordato: “Questa scoperta solleva il sospetto che i pidocchi umani possano diffondere il virus della poliomielite, ma sono necessarie ulteriori ricerche per confermarlo”.

Prima della morte, le mummie erano esposte a temperature estremamente basse. Il freddo può essere uno dei fattori che portano alla morte. È determinato dalla breve distanza tra le lendini e il cuoio capelluto. A seconda della temperatura dell’ospite, i pidocchi depongono le uova in un ambiente favorevole alla loro crescita. Pertanto, gli scienziati sanno che c’era una temperatura molto bassa nell’ambiente quando le particelle erano vicine al cuoio capelluto.Il dottor Baruti non si è fermato. È già oggetto di ulteriori indagini.

stesso hConduce indagini forensi con pidocchi e pidocchi per chiarire crimini o morti recenti. È coordinatore dell’Advisory Committee on Forensic Effects of Animals, Plants and Soils (APST) nell’Unione Europea. Tra gli altri lavori, lo scienziato ha esaminato i capelli di una donna anziana morta in Italia nel 2016.

READ  I dinosauri sono stati vittime dell'ondata di freddo prima del colpo di grazia | scienza | notizie | il Sole

La donna è stata ignorata e si è ammalata di pidocchi. Valutando la biologia dei pidocchi, il numero di nodi nei capelli e le loro condizioni, è stata in grado di determinare per quanto tempo la donna era stata trascurata e la frequenza degli episodi trascurati. Nello studio sui pidocchi, è stato dimostrato che la donna è morta per overdose.

Continua a leggere:

You May Also Like

About the Author: Malvolia Gallo

"Appassionato di alcol. Piantagrane. Introverso. Studente. Amante dei social media. Ninja del web. Fan del bacon. Lettore."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *