Ritiro dall’Afghanistan | Dopo che i repubblicani furono indignati, Blinken fu criticato dai democratici

(Washington) Martedì i senatori democratici statunitensi hanno schiacciato l’attuazione “fatalmente imperfetta” del ritiro dall’Afghanistan da parte del governo di Joe Biden, durante un’audizione con il capo della diplomazia Anthony Blinken, che sta già affrontando pesanti critiche da parte dei repubblicani.


“L’attuazione del ritiro degli Stati Uniti è stata chiaramente e fatalmente imperfetta”, ha affermato il presidente della commissione per gli affari esteri del Senato Bob Menendez, invitando il governo a fornire “spiegazioni complete” e “ritenerlo responsabile”.

È un danno che ha ereditato da Trump, ma è peggiorato

Se, come Anthony Blinken, riteneva che il “caos” che ha accompagnato il rapido ritiro ed evacuazione di decine di migliaia di persone alla fine di agosto fosse dovuto all'”accordo di resa” dell’ex presidente degli Stati Uniti Donald Trump nel 2020 con i talebani, il influente membro democratico E gli eletti, la riluttanza di Washington.

In particolare, i fallimenti dell’intelligence, che, secondo il ministro degli Esteri, non hanno visto il crollo dell’esercito afghano e la rapida presa del potere da parte dei talebani. e il processo eccessivamente burocratico di concessione dei visti statunitensi agli afghani che potrebbero subire rappresaglie da parte degli islamisti.

Non dovremmo iniziare prima?, ha chiesto Bob Menendez, che si è anche detto “molto deluso” dal rifiuto del segretario alla Difesa Lloyd Austin di essere ascoltato dalla sua commissione.

Come lunedì prima dei deputati alla Camera, Anthony Blinken ha difeso le decisioni del suo governo. Ha insistito più volte che nessuno prevedeva che i militanti avrebbero preso il potere “in undici giorni”, anche prima che l’ultimo soldato americano partisse.

READ  Hong Kong residents who attempted to flee to Taiwan have been imprisoned for up to 3 years

“Non credo che sia vero”, ha risposto il senatore democratico Tim Kaine, come molti repubblicani. Ha sottolineato che la “probabilità di crollo” delle autorità “non era dello 0%”.

Mentre lunedì alla Camera i democratici hanno mitigato le loro critiche, lasciando ai repubblicani la denuncia del “disastro amaro”, martedì al Senato, il duo Biden-Blinken non ha nascosto le proprie riserve.

“Molti di noi vogliono sapere quanto potrebbe essere sbagliata l’intelligenza”, ha detto il senatore democratico Ben Cardin. Ha anche affermato che i piani di emergenza pianificati non sono riusciti a garantire l’accesso all’aeroporto di Kabul alle persone che desiderano fuggire dall’Afghanistan.

Anthony Blinken ha spiegato che l’intelligence statunitense ha stimato a febbraio che lo scenario peggiore vedrebbe i talebani prendere il controllo della capitale afghana entro due anni dalla partenza degli Stati Uniti. A luglio, di fronte all’avanzata degli insorti islamisti, l’intelligence ha rivisto le sue previsioni, avvertendo che i talebani potrebbero salire al potere prima della fine del 2021.

Il senatore repubblicano Marco Rubio ha detto che non è stato un “fallimento dell’intelligence” ma un “fallimento politico” perché il governo “non sapeva o non voleva vedere” cosa sarebbe successo.

You May Also Like

About the Author: Rico Alfonsi

"Appassionato pioniere della birra. Alcolico inguaribile. Geek del bacon. Drogato generale del web."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *