Parola troppo grossa per gioco troppo grande

Nonostante il deserto del gioco da mettere in bocca, i possessori di PS5 felici possono mordicchiare il cervello con le poche porte disponibili. La scorsa settimana, è stato il franchise spettrale di Nioh a venire da noi, in una versione chiamata Remastered. Siamo stati in grado di dare un’occhiata alla seconda creazione e a cosa porta questo aggiornamento.

Immagini: Sony Interactive Media

La prima promessa di questa versione è ovviamente la comodità di poter giocare con la comodità che offre la PS5, cioè con una risoluzione 4K dinamica a 60 fps, o anche a 120 fps fintanto che la tua TV è a 120 Hz. Come molti altri giochi della generazione precedente, la versione PS4 offriva una scelta aneddotica tra qualità e prestazioni. Ma un gioco come Nioh 2 non può fare a meno dei 60fps se vuoi sopravvivere a questo inferno. Ora possiamo goderci appieno i lussuosi set progettati dal Team Ninja in 4K, pur mantenendo la fluidità di base. Purtroppo, le scene sono visibilmente bloccate a 30 fps e hanno un po ‘di pedaggio sulla retina finora.

Leggi anche: Demon Souls: impressioni di una persona non così brava in questo gioco

L’altro punto di forza ovviamente sono i tempi di download che sono quasi del tutto esauriti. Anche se la versione PS4 ha già beneficiato dell’SSD della PS5, questo Remastered è ancora sopra le righe. Et ce fameux argument de vente mis de l’avant par Sony durante la campagna marketing de la PS5 devient ainsi bien plus concrete, de par le confort de jeu apporté dans un titre comme Nioh 2, on l’on meurt bien souvent (du moins Soprattutto io!) Ci dispiacerebbe quasi non avere quei pochi secondi per fare un respiro profondo, valutare e chiederci se tutta quella sofferenza avesse un senso, dopotutto. Bene, un ultimo!

READ  Xbox Series: FPS Boost inizia a essere lanciato

Nioh-logisme

Dual Sense, il Nioh 2 sfrutta adeguatamente il suo potenziale senza essere nemmeno una rivoluzione. Ci sono vibrazioni più fini, ma niente è paragonabile alla sala giochi Astro. Viene utilizzato anche l’altoparlante integrato e i grilletti R2 / L2 forniscono feedback per l’uso di armi a lungo raggio. Discreto ma efficace: l’R2 rimane morbido durante lo scontro, prima di mettere su una punta dura come un vero grilletto. Tuttavia, possiamo rimpiangere la nostra incapacità di sfruttare un po ‘di più questa funzione, ma questi grilletti sono le chiavi per le armi a lungo raggio, Team Ninja non potrebbe fare un lavoro migliore.

Tuttavia, nonostante il nome Remastered, il gioco e le sue meccaniche rimangono completamente identiche. Ci sarebbe piaciuta una piccola patch sul lato del bottino, che è in abbondanza durante il gioco, al punto che l’hack n ‘slash impallidisce. Nioh 2 rimane fedele a se stesso e il termine Remastered potrebbe essere un po ‘eccessivo, ma non sminuisce in alcun modo l’enorme qualità del titolo. Spietato, “trasmesso dall’anima”, con molti meccanismi complessi e contenuti generosi.

Questo è ciò che attende l’incuria con le scorte in eccesso!

You May Also Like

About the Author: Adriano Marotta

"Pluripremiato studioso di zombi. Professionista di musica. Esperto di cibo. Piantagrane.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *