nei topi | Il digiuno è meglio della dieta per vivere fino all’età

(PARIGI) Nei topi, il digiuno, costituito da assunzioni di cibo distanziate, è spesso più efficace della dieta, in cui si riduce l’apporto calorico, per vivere più sani e più a lungo, secondo uno studio pubblicato lunedì.


Natalie vuole
Agenzia di media Francia

I ricercatori hanno scoperto che con la stessa quantità di calorie ingerite, i topi che venivano nutriti solo una volta al giorno vivevano più a lungo di quelli che consumavano la loro razione durante la giornata.

Lo studio pubblicato su Nature Metabolism ha anche mostrato che i topi alimentati con una singola porzione giornaliera avevano un tasso metabolico migliorato.

Il leader dello studio Dudley Laming dell’Università del Wisconsin ha dichiarato all’AFP che gli scienziati sanno da tempo che nei roditori, un apporto calorico inferiore prolunga la loro durata.

Il suo team ha studiato se la frequenza di alimentazione ha avuto un ruolo. Il gruppo di controllo ha avuto libero accesso al cibo. Altri due gruppi hanno visto la loro quota media calare del 30%. Ma quando uno di loro, a dieta, poteva mangiare tutti i cibi ipocalorici che voleva, l’altro non riceveva la sua parte fino a dopo 21 ore di digiuno.

Lo studio ha mostrato che i topi che “digiunavano” vivevano in media sei mesi in più rispetto a quelli del gruppo di controllo. E che quelli che erano a “dieta” vivevano leggermente più corti dei topi del gruppo di controllo.

“Un periodo di digiuno forzato è necessario per beneficiare di una dieta ipocalorica”, osserva il ricercatore.

Un ultimo gruppo di topi, che digiunava da solo, ma senza una significativa diminuzione dell’apporto calorico, ha sperimentato miglioramenti della salute, simili a quelli del gruppo che ha digiunato con meno calorie.

READ  nucleare iraniano | Teheran chiede a Washington 10 miliardi prima dei negoziati

“Entrambi i gruppi possono regolare meglio la glicemia e adattare meglio il loro metabolismo agli eventi della giornata”, afferma Dudley Lamming.

Per gli esseri umani, la questione rimane aperta. Secondo lo scienziato, studi a breve termine indicano i potenziali benefici derivanti dal consumo di cibi concentrati per un periodo compreso tra le quattro e le otto ore (più di 24 ore).

Ma le conseguenze a lungo termine di tale digiuno intermittente rimangono sconosciute. Attualmente, il digiuno intermittente è popolare tra le celebrità di Hollywood.

You May Also Like

About the Author: Rico Alfonsi

"Appassionato pioniere della birra. Alcolico inguaribile. Geek del bacon. Drogato generale del web."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *