Microfoni tagliati, niente pubblico: istruzioni per il dibattito Trump-Biden

Microfoni tagliati, niente pubblico: istruzioni per il dibattito Trump-Biden

Niente pubblico, microfoni tagliati per evitare calunnie: la CNN, che ospita giovedì il primo dibattito presidenziale tra Joe Biden e Donald Trump, vuole evitare il caos del precedente duello del 2020, per questo imperdibile incontro che incide difficilmente sulle previsioni.

• Leggi anche: Biden e Trump continuano i preparativi per una settimana di dibattito decisivo

• Leggi anche: Gli esperti dicono che prima delle urne Trump entrerà nel dibattito in vantaggio

• Leggi anche: Elezioni presidenziali: ecco i dettagli del primo dibattito tra Biden e Trump

Insulti, provocazioni e il presidente uscente, Donald Trump, interrompe continuamente il rivale Joe Biden, che finisce per dire “Stai zitto, amico?”: la CNN spera di evitare la cacofonia che ha dominato il primo duello televisivo negli Stati Uniti. Precedenti elezioni presidenziali. Innanzitutto, il dibattito si svolgerà senza pubblico, negli studi del canale ad Atlanta, dalle 21:00 (01:00 GMT di venerdì). Soprattutto, il microfono di Joe Biden verrà tagliato quando parlerà Donald Trump, e viceversa.

I due candidati più anziani della storia americana – 81 per Biden e 78 per Trump – resteranno dietro il podio per 90 minuti.

La CNN afferma che i suoi direttori, Jake Tapper e Dana Bash, personalità del canale, “useranno tutti gli strumenti a loro disposizione per far rispettare i tempi di parola e garantire un dibattito civile”.

Joe Biden ha vinto una moneta che gli ha permesso di scegliere da che parte stare sul palco o se parlare per primo o per secondo durante le dichiarazioni di chiusura. Il presidente uscente ha scelto di posizionarsi alla destra dello schermo, lasciando la possibilità a Donald Trump di intervenire finalmente e chiudere la discussione.

READ  La Gran Bretagna sorvolerà Gaza con voli per localizzare gli ostaggi

La CNN non ha specificato quali argomenti verranno trattati e non prevede di verificare i fatti in tempo reale.

“Uno dei problemi del dibattito con Donald Trump”, ripete a titolo di esempio senza fornire prove del fatto che le elezioni del 2020 gli sono state rubate, è che i moderatori non possono verificare i fatti in tempo reale, ed è meglio non farlo, sarà così. “Questo è molto rischioso e interromperebbe il dibattito”, afferma Kathleen Hall Jamison, professoressa di comunicazione all’Università della Pennsylvania. “Il pericolo è che invece di fornire informazioni, la discussione possa moltiplicare informazioni inesatte”, aggiunge.

Joe Biden e Donald Trump non avranno pronti teleprompter o cartoncini, ma verrà fornito loro qualcosa su cui prendere appunti. Non potranno parlare con le loro squadre durante i due periodi commerciali.

I due candidati hanno voltato le spalle alla Commissione per i dibattiti presidenziali, un organismo indipendente, per affidarsi alla CNN. Raccogliendo la sfida del servizio pubblico, Warner Bros. Tuttavia, Discovery ha permesso ai suoi concorrenti di trasmettere simultaneamente, con il logo della CNN e senza commenti esterni.

Ciò significa che i follower di Fox News potranno rimanere sul canale preferito dai conservatori. Fox News prevede di andare in onda due ore prima del dibattito, con i suoi redattori Jesse Watters e Sean Hannity, che attaccano regolarmente la CNN, che i suoi sostenitori considerano “anti-Trump”.

Il secondo ha già descritto Jake Tapper come un “attivista di estrema sinistra che si nasconde dietro la maschera di giornalista”.

Il dibattito è un evento chiave, ma non necessariamente decisivo, nella campagna presidenziale americana, ed è seguitissimo: 84 milioni di telespettatori per il primo duello tra Hillary Clinton e Donald Trump, record di 73 milioni di telespettatori per il primo dibattito tra Biden e Trump nel 2020.

READ  Trump tornerà sui social media entro tre mesi con la sua "piattaforma personale"

Ma questa è la prima volta che il dibattito viene organizzato così presto, più di quattro mesi prima delle elezioni, e anche se i candidati non sono stati ufficialmente nominati dai rispettivi partiti. “Il pericolo è che il pubblico americano non presti molta attenzione alle notizie in estate”, afferma Kathleen Hall Jamison.

“In genere, i dibattiti presidenziali non influenzano abbastanza voti per determinare l’esito delle elezioni. Ma quando le elezioni sono vicine, come potrebbe essere questa volta, possono svolgere un ruolo importante”.

Un secondo dibattito è previsto su ABC il 10 settembre, due mesi prima delle elezioni.

You May Also Like

About the Author: Rico Alfonsi

"Appassionato pioniere della birra. Alcolico inguaribile. Geek del bacon. Drogato generale del web".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *