Mettere in discussione l’eredità russa in Lettonia

Pubblicato in: la media :

Gli ultimi giorni di campagna elettorale in Italia prima delle elezioni legislative che si terranno domenica (25 settembre 2022). Nelle ultime settimane un Paese si è chiamato al centro delle discussioni: la Russia. Dall’inizio dell’invasione russa dell’Ucraina, nel febbraio 2022, l’argomento ha suscitato scalpore nella cronaca italiana, ma questa volta l’obiettivo sono i partiti politici. Molti candidati, soprattutto di sinistra, accusano la Russia di ingerenza nella campagna elettorale. Cecil Debarge.

Giorgia Meloni: La figura emergente dell’estrema destra europea si è imposta in questa campagna elettorale. Con il 23-25% delle intenzioni di voto, la 46enne potrebbe guidare il seguente governo: il suo partito post-fascista, i Fratelli d’Italia, è in cima alle intenzioni di voto e la sua coalizione data è praticamente la vincitrice. foto autografa Giulietta Gerbrandt.

La propaganda russa sta crollando? Di fronte agli ultimi successi del contrattacco ucraino, il Cremlino trova sempre più difficile padroneggiare le sue comunicazioni ufficiali, soprattutto su Internet. Sui social i mercenari di Wagner e altri membri delle forze speciali, spesso in prima linea contro la rioccupazione ucraina a est, si concedono dure critiche alla dirigenza dell’esercito e all’esercito russo, che accusano di negligenza . Una libertà di tono che solo poche settimane fa sarebbe stata inimmaginabile, Leo Vidal Giroud.

Dirigiti verso la Lettonia, uno dei vicini della Russia nella regione baltica. In questo piccolo paese, la guerra in Ucraina ha risvegliato le ferite dell’occupazione sovietica di questo paese che è durata fino al 1991! Per liberarsi dai suoi fantasmi, il governo decise di smantellare tutti i monumenti alla gloria di questa occupazione sovietica. Alla fine di agosto 2022 il monumento alla vittoria di Riga è stato distrutto. Entro la metà di novembre, 69 statue o statue russe saranno rimosse dallo spazio pubblico. piccola rivoluzione. Rapporto a Riga dal nostro corrispondente Marielle Vitoro.

READ  Quando sarà Love at the Villa su Netflix? Come guardare Cat Graham?

È stata oggetto di un film ed è una delle 10 persone più ricercate al mondo: Ruja Ignatova, soprannominata anche la Regina delle Criptovalute. Questo bulgaro ha sottratto oltre 4 miliardi di euro dopo aver creato OneCoin, una valuta digitale, nel 2014. In realtà, una valuta falsa che nascondeva uno schema piramidale fraudolento, ma ha ingannato almeno un milione di persone. Nella foto di Damian Vodinicharov.

(Spettacolo in onda il 20 settembre 2022).

You May Also Like

About the Author: Drina Lombardi

"Analista. Creatore. Fanatico di zombi. Appassionato di viaggi. Esperto di cultura pop. Appassionato di alcol".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.