Melissa/Rolly. Un po’ d’aria fugace in Cote Calones

Per la casa di Louis Picamelot a Ruyllot, la vendemmia di Crémant è iniziata martedì sui terreni situati a Mellecey. A capo della squadra c’è una squadra di decine di mietitori impegnati. Questo è due volte meno del normale “perché il raccolto non sembra buono in termini di quantità”, ci viene detto. In una trama di mellecé si odono colpi di forbice, accompagnati da una piccola aria di Zucchero. La musica della famosa cantante italiana dona balsamo per il cuore a Julia e alle sue amiche.

“Lo stipendio è allettante”

A 25 anni, questo italiano, originario di Sanremo, studia antropologia nel bolognese. È venuta qui quattro anni fa ed è rimasta fedele alla Maison Picamelot. Stavo cercando un lavoro e ho sentito per caso che ci sono dei ricercati in Francia. accettato. Da allora, ogni stagione torno con amici che portano con sé anche i loro amici. Un anno, abbiamo 35 anni, direttamente dall’Italia”, spiega in un francese fluente. Julia ammette: Se è pronta a fare diversi chilometri è perché lo stipendio è allettante: “Il salario minimo francese è migliore di quello italiano. E poi, a casa, non c’è lavoro per gli italiani, perché gli agricoltori locali preferiscono assumere immigrati senza contratto di lavoro e pagarli una miseria. Qui almeno è serio, quadrato. “La giovane donna che è in Francia da luglio (facendo la lavanda prima del raccolto) rimarrà a Côtes-Chalonis fino al 1egli è Ottobre ripartirà dall’altra parte delle Alpi.

READ  La Turchia denuncia le dichiarazioni "orribili" dell'Italia - La Nouvelle Tribune

You May Also Like

About the Author: Malvolia Gallo

"Appassionato di alcol. Piantagrane. Introverso. Studente. Amante dei social media. Ninja del web. Fan del bacon. Lettore."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *