Mancini: “L’Italia meritava di essere al Mondiale”

Roberto Mancini attende con impazienza l’imminente amichevole dell’Italia contro l’Albania e riflette sulla sua mancata qualificazione ai Mondiali in Qatar.

Gli azzurri saranno costretti a guardare da casa il prossimo torneo in Qatar per le prossime sei settimane, una dolorosa realtà per i tifosi italiani dopo la devastante sconfitta agli spareggi contro la Macedonia del Nord all’inizio di quest’anno. Mancini ha deciso di non dimettersi dopo il disastro e si occuperà invece della rinascita degli azzurri in vista di Euro 2024.

Intervenuto in conferenza stampa, Mancini ha innanzitutto parlato delle difficoltà dei prossimi mesi per la Nazionale italiana.

“Sarà un mese difficile… è appena iniziato. Nell’amarezza che possiamo provare in questo momento, dobbiamo giocare, ci sono cose da vedere e valutare.

“Ci sono cose che ci saranno utili da marzo, anche se non valgono niente. Possiamo provare nuovi ragazzi e qualcosa di tattico.

Ha commentato il feedback di Federico Chiesa e Nicolò Zaniolo, oltre all’assenza di Moise Kean.

“Siamo felici che Federico sia tornato. Ha bisogno di tornare al suo stato normale, ma sta bene. Zaniolo è una risorsa importante per noi, può darci molto e migliorerà sotto tutti gli aspetti.

“È giovane e quando sei giovane migliori sempre. Kean è stato con noi tante volte, se continua a segnare e a fare bene lo chiamiamo.

Il tecnico azzurro ha spiegato perché tiene all’amichevole di domani contro l’Albania.

“Perché è la base dello sport. Siamo venuti per fare una buona partita e sappiamo che non sono così deboli. Speriamo di fare una buona partita e poi vedremo come va.

Ha parlato delle difficoltà emotive della mancata qualificazione ai Mondiali in Qatar.

READ  L'insolenza di Portanova e Dybala nella disputa in panchina con Koeman in Barcellona-Juve

“L’ho visto piuttosto male da marzo. Meritavamo di andare, ma sfortunatamente abbiamo perso le nostre occasioni.

“Il calcio è anche quello, dopo le grandi soddisfazioni sono arrivate le grandi delusioni e ora non possiamo più fare niente. Un Mondiale senza l’Italia è diverso, dobbiamo lavorare nel modo giusto perché non succeda più”.

Infine, Mancini ha discusso il suo piano tattico per gli Azzurri in vista dell’amichevole contro l’Albania.

“Zaniolo per le qualità che ha e per il giocatore, so che la mezzala può essere una buona posizione, ma spesso gioca anche da esterno di punta e può ricoprire quel ruolo anche lì.

“Per quanto riguarda la tattica, non so quale sia la migliore, nelle ultime due abbiamo cambiato un po’ per vedere se poteva darci un vantaggio. I nostri giocatori possono giocare con più di un modulo.

You May Also Like

About the Author: Cosimo Fazio

"Evangelista di zombi. Pensatore. Creatore avido. Fanatico di Internet pluripremiato. Fanatico del web incurabile".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.