L’Oréal prevede una ripresa delle vendite di cosmetici con la fine della crisi

Di Sarah White

PARIGI (Reuters) – Il nuovo amministratore delegato del colosso francese della cosmetica ha detto venerdì che L’Oréal conta su un rilancio delle vendite di cosmetici, con una graduale uscita dalla crisi sanitaria e la necessità di rinnovare i rapporti sociali.

I gruppi di cosmetici sono stati puniti lo scorso anno chiudendo i negozi durante i periodi di reclusione, ei loro clienti, mascherati o isolati a casa, hanno evitato i prodotti di “trucco”, ritirandosi dall’acquisto di “altri prodotti come la cura della pelle” online.

Ma Nicolas Hieronymus, CEO di L’Oréal dall’inizio del mese, sta assumendo il controllo del gruppo in un momento in cui le campagne di vaccinazione nazionali ci consentono di intravedere una via d’uscita dal tunnel della crisi sanitaria.

Osserva che prodotti come il mascara stanno tornando di moda e potrebbero apparire anche nuove tendenze. Ad esempio, i consumatori oggi scelgono colori sempre più audaci per i loro capelli, con sfumature come il blu.

“Questo è un chiaro segno che le persone vogliono divertirsi, divertirsi ed esprimere le proprie differenze e unicità”, ha detto Nicholas Hieronymus in un’intervista a Reuters. “Questo è di buon auspicio.”

Aggiunge che le vendite di trucchi in paesi come la Cina o Israele, dove i negozi sono aperti e le restrizioni imposte per contrastare lo scoppio del Coronavirus sono state revocate, non hanno ancora raggiunto i livelli del 2019, ma potrebbe farlo all’inizio di quest’anno.

Il nuovo CEO di L’Oréal osserva: “Stiamo effettuando ricerche su argomenti di conversazione su Internet e sui social network e recentemente negli Stati Uniti il ​​volume delle discussioni sul trucco ha raggiunto un livello senza precedenti”.

READ  Lo slancio europeo sta già rallentando - Opinioni da Swiss Life AM

Nuovi Prodotti

Il calo delle vendite di cosmetici nel 2020 ha influenzato il volume delle vendite del gruppo e la sua divisione consumer, che include marchi come Maybelline.

Il fatturato della società di cosmetici numero 1 al mondo è sceso del 6,3% a 28 miliardi di euro lo scorso anno, sebbene abbia iniziato a riprendersi a un buon ritmo nella seconda metà dell’anno.

L’Oréal trarrà il massimo da questa ripresa lanciando prodotti, in particolare la nuova gamma di cosmetici del suo marchio italiano di lusso Valentino, come identifica Nicolas Hieronimus.

Altri marchi si sono creati durante la pandemia, come il rossetto “Shine Loud” di Nyx, introdotto quest’anno, progettato per non attaccarsi ai vestiti, ma la sua campagna di marketing ha tenuto conto anche di indossare una maschera. , Lui continua.

Nicolas Hieronymus, che ha iniziato la sua carriera quasi trent’anni fa presso L’Oréal presso Garnier Laboratories, prima di diventare group manager in Messico e poi a capo della divisione lusso, dovrà affrontare delle sfide. Altre sfide durante il suo mandato, in particolare la crescente domanda di ingredienti naturali nei prodotti di bellezza.

Il gruppo francese ha investito molto in quella che chiama “tecnologia di bellezza”, “bellezza potenziata dalla tecnologia”, che è, ad esempio, nella fornitura di piattaforme che consentono di testare virtualmente il proprio “look” o utilizzare i dati per prevedere le tendenze future.

“Mentre il mondo cambia, devi sapere come essere agile” riassume.

L’Oréal e altri importanti gruppi cosmetici come Estée Lauder sono stati scossi negli ultimi anni da piccoli marchi che possono attirare l’attenzione grazie a costanti cambiamenti di prodotto e campagne sui social media intelligenti.

READ  Le compagnie di assicurazione creano un database comune per identificare meglio le frodi, il primo in Belgio

L’e-commerce, che oggi rappresenta poco meno del 30% delle entrate di L’Oréal, raggiungerà probabilmente la metà delle vendite del gruppo entro la fine del decennio, il gruppo prevede anche entro tre anni secondo le stime di Goldman Sachs. Questo è già il caso della Cina.

(Versione francese di Jean-Stephen Bruce, a cura di Bertrand Bossi)

You May Also Like

About the Author: Malvolia Gallo

"Appassionato di alcol. Piantagrane. Introverso. Studente. Amante dei social media. Ninja del web. Fan del bacon. Lettore."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *