L’Italia è la nuova favorita?

Sette gol fatti, nessuno subito, e soprattutto uno impeccabile con tre vittorie in tre partite… I numeri mettono in evidenza la squadra italiana, che si è qualificata facilmente agli ottavi di finale di Euro 2020 al primo posto nel suo girone A, davanti al Galles , Svizzera e Turchia. Squadra Azzurra affronterà la seconda classificata del Gruppo C, Ucraina o Austria. Un avversario alla portata della selezione italiana di Roberto Mancini, che ha sedotto nel gioco fin dall’inizio della competizione. Impressionano i compagni di Marco Verratti, candidandosi anche come possibili favoriti per l’Euro.

Una Squadra Azzurra offensiva e attraente

Su quello che ha mostrato nella fase a gironi, Squadra Azzurra ha tutto per andare lontano. Portata avanti, inusuale per la nazione del “catenaccio” – tattica molto difensiva – l’Italia è riuscita a diventare il miglior attacco della competizione con sette gol. La particolarità: cinque giocatori diversi hanno segnato almeno un gol. Il centrocampista Matteo Pessina, così come gli attaccanti Ciro Immobile, Lorenzo Insigne e Domenico Berardi (anche lui coinvolto nei tre gol dell’Italia contro la Turchia) hanno mostrato la loro efficacia nel trovare la scappatoia. Da sottolineare anche il contributo offensivo del centrocampista del Sassuolo, Manuel Locatelli, autore di una doppietta contro la Svizzera (3-0).

Buone prestazioni convalidate da una Nazionale solida in fase difensiva. L’Italia non prende gol dall’inizio della competizione. Non ha grandi stelle tra le sue fila ma conta su una difesa molto esperta, composta da Giorgio Chiellini (36 anni) e Leonardo Bonucci (34 anni). E questo senza contare sulla prestazione impeccabile del giovane portiere di livello internazionale, Gianluigi Donnarumma (22), che giocherà con il PSG la prossima stagione. La Squadra dovrebbe prendere slancio anche con il ritorno di Marco Veratti, autore di una rimonta vincente nella terza gara di qualificazione contro il Galles: autore di un assist, è il giocatore che ha toccato più palloni (136), fatto più passaggi (103 ) e ha creato il maggior numero di occasioni (5). Promettente, dunque.

READ  In Italia Matteo Salvini sarà processato per aver vietato lo sbarco dei migranti

I successi dell’Italia in attacco arrivano finalmente da un cambio di mentalità voluto da Roberto Mancini, ex allenatore di Manchester City e Inter. Dall’arrivo del tattico in Nazionale nel 2018, la Squadra Azzura ha segnato più gol e subito meno. Vincendo domenica l’ultima partita del girone contro il Galles (1-0), la Nazionale ha firmato la trentesima partita consecutiva senza sconfitte. Una prestazione capitale che volta pagina sulla delusione del 2018, dove l’Italia non era riuscita a qualificarsi ai Mondiali agli ordini di Gian Pero Ventura.

Prossima rivelazione: fuori, avversari più duri

L’Italia può dunque permettersi di sognare un buon percorso a Euro 2020. Ma la fase a eliminazione diretta che inizierà il 26 giugno sarà una nuova rivelazione per la Nazionale. I compagni di Marco Verratti hanno avuto il vantaggio di giocare in casa le tre partite del girone, portati dal pubblico di casa. Ben diverso sarà il futuro, dove Squadra Azzura si recherà a Londra per gli ottavi di finale prima di raggiungere eventualmente l’Allianz Arena di Monaco nei quarti di finale. Anche se la trasferta sarà quella dei tifosi più accaniti, sarà un nuovo banco di prova per la selezione italiana che si evolverà lontano dalla sua terra.

Infine, stretta in casa, l’Italia non ha ancora avuto veri avversari all’apice nel girone A. Il fallimento della Turchia, la fragilità della Svizzera e la sua superiorità tecnica sul Galles ridotta a 10 gli hanno facilitato le cose. Nonostante le sue prestazioni siano state convincenti, la Squadra Azzura dovrà confermarsi contro avversari più tosti, almeno dai quarti di finale.

Dopo l’Ucraina o l’Austria all’8° posto, la Nazionale potrebbe affrontare il Belgio al prossimo turno. Una grande sfida per gli italiani, che poi ricorderanno la loro partita ha vinto a Euro 2016 nella fase a gironi (2-0).

READ  Erik Orsenna / (Musica, fraternità, Italia: i piaceri di Erik Orsenna)

L’Italia alla tavola dei grandi

Anche se potrebbe essere presto per parlare di favorita, dunque, l’Italia appare ancora largamente al livello delle nazioni attese per il titolo finale. Se la cava almeno bene il Belgio, primo nel girone B con due vittorie, che però ha dubitato contro la Danimarca prima di vincere definitivamente (1-2). Anche l’Olanda ha sedotto con due vittorie nel Gruppo C, ma gli olandesi hanno comunque concesso molte occasioni da rete, come l’ingresso in campo contro l’Ucraina (3-2).

Un altro paese presentato come favorito: la Francia di Didier Deschamps, ovviamente. Ma i Blues faticano ancora a decollare nonostante uno dei numeri più belli del torneo. Se la loro prima partita contro la Germania (1-0) è andata a buon fine, i Blues sono rimasti bloccati in Ungheria in uno stadio caldo (1-1). Si posizionano ancora alla testa del “gruppo della morte” di questo Euro 2020.

Rispetto a queste tre nazioni in corsa per il titolo, l’Italia ha fatto un’impressione migliore all’inizio della competizione. Il suo gioco di squadra c’è sempre stato e sembra più efficace che mai. Sarà comunque necessario monitorare la sua capacità di adattamento in un ambiente diverso dal proprio, e contro queste grandi squadre europee, per valutare le sue reali possibilità di vittoria finale.

You May Also Like

About the Author: Cosimo Fazio

"Evangelista di zombi. Pensatore. Creatore avido. Fanatico di Internet pluripremiato. Fanatico del web incurabile."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *