L’intramontabile fascino della “musica da biblioteca” drammatica dei compositori italiani

Un giorno dell’estate del 2011, Lorenzo Fabrizi si è recato con un amico in un magazzino abbandonato lontano da Roma. Il custode dell’edificio, che ha detto di averlo comprato per circa 100 dollari, li ha fatti entrare per vederne il contenuto: 10.000 dischi in vinile, secondo la stima di Fabrizi. Il proprietario ha detto che possono prendere quello che vogliono; Faceva birra nello spazio e non ne faceva uso.

Fabrizi aveva appena iniziato la sua carriera di appassionato di dischi rari. Questo gruppo, già di proprietà della Radio Vaticana (l’emittente di proprietà del Vaticano), era indesiderato da quasi tutti in Italia a quel tempo. Ma Fabrizi ha trovato qualcosa che non aveva mai visto prima: musica da “biblioteca” – dischi in vinile censurati che contengono canzoni scritte direttamente per radio, televisione o pubblicità, in questo caso arrangiamenti a foglia. Pieno di archi, funk e jazz fino alla musica classica. Compositori italiani per formazione.

“Non c’era interesse per quel genere di cose quando ho iniziato”, ha detto recentemente Fabrizi durante una chiamata Zoom da Roma, dove ha pubblicato il poster della riedizione. Edizioni Musicali Sonor Dal 2013. “Hanno stampato 200, 300, 500, 1.000 copie, ma non erano destinate a negozi o distributori. Sono stati dati solo a circoli ristretti di supervisori musicali, giornalisti e persone che hanno lavorato in televisione. “

Sonor è uno dei tanti brand degli ultimi decenni che ha fatto rivivere i classici italiani del genere dalle librerie europee (a luglio uscirà le colonne sonore perdute di Niko Fedenko per i film del 1977 “Emmanuelle in America” ​​e “Utopia” di Sandro Brugnoli). Dagli anni ’60 agli anni ’80, c’erano molti soldi da guadagnare in temi: i produttori di TV e radio avevano bisogno di musica per accompagnare i titoli di coda e le scene d’azione o d’amore e le sequenze di giochi, la televisione o la pubblicità. I compositori ben addestrati avevano accesso a grandi band e grandi budget, e gli italiani in particolare erano in difficoltà.

READ  Secondo film e distribuzione del programma della serie "365 giorni" Se ti piace il film romantico polacco Netflix

“Ascolti un sacco di questa roba e ridi perché ti piace, questo è stato registrato su materiale costoso, e non c’è modo che pensino che questo tema funzionerà in nessun film”, ha detto Mike Wallace, un collezionista universitario di San Diego. che ha prodotto a compilare Dal lavoro del compositore italiano Piero Omelliani nel 2017. «È molto all’estero. »

L’ultimo album del produttore e compositore Adrian Younge “Negro americano” Incorpora fiori orchestrali simili su note di fondo chiare. “Era come chiedere a musicisti di formazione classica di suonare musica nera moderna, ma per l’Europa avresti queste band pazze, ma sarebbe comunque non convenzionale”, ha detto Young. “Hanno avuto molto margine di manovra perché non hanno composto questa musica per un pubblico specifico “, ha detto Young. Quindi, se hanno bisogno di qualcosa di drammatico, potrebbero semplicemente fare più pazzicra [expletive] E non dovrebbe avere a che fare con qualcuno che dice: “Non è abbastanza figo”.

Senza vita commerciale per lei, le produzioni di molti talentuosi compositori rimasero nascoste per anni. Ma alla fine degli anni ’90, etichette come Easy Tempo hanno iniziato a ripubblicare colonne sonore e set italiani. Facendo cadere queste monete vecchie di decenni nel diagramma di Venn di produttori hip-hop, collezionisti di dischi e fan effimeri. Rivivi lo spettacolo, questo ha creato un’increspatura.

Ennio Morricone, il compositore noto per le sue canzoni drammatiche dei cosiddetti “Spaghetti Western” come “Il buono, il bruto e il canaglia”, era il più importante in questo momento nella musica italiana. Ma quando i collezionisti iniziarono a trovare registrazioni di Aumegliani, Brunoli e Alessandro Alessandroni, il pozzo del talento italiano iniziò a guardare molto più in profondità.

READ  Real Sociedad vs Man United: pronostici Europa League, notizie sulla squadra, canale TV, trasmissione in diretta, risultati testa a testa, quote

Il dilagante empirismo del Catalogo delle biblioteche italiane deve essere considerato anche nel contesto del suo tempo. La fin des années 1960 jusqu’au début des années 1980 – connues sous le nom d’« anni di piombo » ou « années de plomb » – ont été pleines de disturbo entre les manifestants de gauche, d’extrême droite-etéscistn In Italia . “È stato devastante”, ha detto Fabrizi. C’erano persone che sparavano per le strade, scontri con la polizia. Mentre questi compositori erano chiusi negli studi, i suoni meravigliosi che producevano erano portali verso un mondo diverso.

Non tutte le notizie sul sito esprimono il punto di vista del sito, ma noi trasmettiamo queste notizie automaticamente e le traduciamo utilizzando la tecnologia software sul sito e non da un editore umano.

You May Also Like

About the Author: Drina Lombardi

"Analista. Creatore. Fanatico di zombi. Appassionato di viaggi. Esperto di cultura pop. Appassionato di alcol."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *