L’immunità di Trump e il culto autoritario

Nel 2016, Donald Trump ha detto che poteva sparare a qualcuno sulla Fifth Avenue e che i suoi sostenitori lo avrebbero comunque sostenuto. Nel 2022 è ancora in piedi.

Secondo il mandato di perquisizione di Mar-a-Lago, l’ex presidente ha violato il Sensitive Information Protection Act (Legge sullo spionaggio).

Questo potenziale crimine si aggiunge a una lunga lista, che va dall’evasione fiscale e aggressione sessuale ai tentativi di corruzione di funzionari elettorali e all’istigazione alla ribellione violenta contro il Campidoglio.

È anche un nuovo livello nell’abisso del Partito Repubblicano.

delitti senza punizione

Qual è la reazione dei sostenitori di Law and Order alle ultime accuse che si aggiungono ai pesanti precedenti legali di Donald Trump?

Secondo i sondaggi, il sostegno repubblicano a Trump è aumentato di circa dieci punti percentuali. Uno per uno, i repubblicani che criticano Trump vengono sconfitti alle primarie, quelli che promuovono le sue bugie e gli altri vengono eletti muti e terrorizzati.

Lynn Cheney, la teorica di estrema destra e una stella nascente nel partito che ha osato esporre le bugie e le malefatte del leader, è stata schiacciata alle primarie del Wyoming.

Tuttavia, i presunti errori contro Trump sono gravi e le prove sono schiaccianti.

Perché questa impunità?

Si può immaginare che se Donald Trump fosse stato colto in flagrante a sparare a un collega sulla Fifth Avenue, i suoi sostenitori avrebbero escogitato mille pretesti per scagionare Trump e chiedere che il pover’uomo fosse fustigato se ne fosse uscito vivo.

Nel corso della sua vita, Donald Trump è sopravvissuto alle innumerevoli conseguenze della sua cattiva condotta. Questa impunità è in parte correlata ai privilegi dei bianchi ricchi e famosi, ma la spiegazione della loro mancanza di apparente danno politico è più sinistra.

READ  Eruzione del vulcano Nyiragongo | Il presidente ruandese chiede "sostegno urgente e globale"

Come tutti i leader populisti autoritari, Donald Trump sa come manipolare i sentimenti di alienazione dalla sua base di partito, che è arrivata a credere che qualsiasi accusa o critica al rappresentante “reale” del popolo sia un attacco a chiunque lo identifichi. con lui.

Armato con il pugno fermo che brandisce su decine di milioni di credenti, compresi alcuni milioni armati fino ai denti, molti dei quali sono pronti a premere il grilletto…

Trump potrebbe minacciare di scatenarlo su chiunque osi sfidare la sua autorità… e funziona.

culto totalitario

Rispondendo al disagio di Cheney, gli ex repubblicani sul Lincoln Draft hanno concluso martedì: “Questa sera segna la fine del Partito Repubblicano. Ciò che resta porta il nome e i segni del Partito Repubblicano tradizionale, ma in realtà è diventato un culto nazionalista e autoritario interamente devoto a Donald Trump”.

Era già ovvio, e ora è inevitabile. Indipendentemente dalle disgrazie legali dell’ex presidente, tutte le azioni politiche repubblicane da qui al novembre 2024 contribuiranno a consolidare il controllo malsano che esercita sul proprio partito, divenuto strumento del suo narcisismo autoritario.

Questo punto di vista è fortunatamente in minoranza negli Stati Uniti, ma potrebbe comunque prevalere se gli elettori di destra continuassero a considerare tutti i loro oppositori come pericolosi estremisti, se i media continuassero a trattare il Partito Repubblicano come un partito “normale” e se I democratici non riescono a gestire le loro divisioni E se l’attacco dei Trumpisti alle istituzioni elettorali riesce.

You May Also Like

About the Author: Rico Alfonsi

"Appassionato pioniere della birra. Alcolico inguaribile. Geek del bacon. Drogato generale del web".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.