Lesbica marocchina cacciata dai suoi genitori

Nata da padre marocchino e madre italiana, Malika era lontana dall’immaginare che si sarebbe ritrovata per strada dopo essere uscita. In corrispondenza ai suoi genitori, ha rivelato di essersi innamorata di una ragazza, esponendo il suo orientamento sessuale. Questa rivelazione ha suscitato l’indignazione dei suoi genitori. Non esiteranno a cacciarla dalla casa di famiglia senza i suoi vestiti.

La giovane donna riporta le parole di sua madre. “Se ti vedo, ti ammazzo. Sei la rovina della nostra famiglia. Ti auguro un tumore, sei la vergogna della famiglia. Preferirei una ragazza drogata piuttosto che una lesbica ”, gli disse furiosamente. Ora per strada, la polizia l’ha accompagnata a casa dei suoi genitori in modo che potesse portare i vestiti da indossare. Le cose non andranno come previsto. Non appena sua madre l’ha vista dalla finestra, ha gridato: “Non conosco questa persona”.

La storia della giovane Malika ha messo in subbuglio il web. Gli hanno dato il loro sostegno associazioni per i diritti umani e personalità del mondo dello spettacolo e dello sport. Secondo la stampa italiana, una somma di quasi 120.000 euro è stata mobilitata a seguito di un fondo di solidarietà lanciato online. Attualmente la giovane risiede a Firenze, a 30 km dalla casa di famiglia. Nonostante tutto, pensa ancora ai suoi genitori. “Ai miei genitori dico: chiedete aiuto, chiedete aiuto”, ha detto durante la sua apparizione al Costanzo Show, un talk show televisivo molto popolare in Italia.

In Italia, Alessandro Zan, esponente del Pd, ha avviato una proposta di legge per colmare un vuoto legislativo relativo alla tutela delle persone LGBT. La “legge Zan” mira a modificare la legge Mancino che risale al 1993 e ad istituire una giornata contro l’omofobia, la lesbofobia, la bifobia e la transfobia il 17 maggio.

READ  Un pentito: "L'imprenditrice reggiana Maria Chindamo ha ucciso e dato in pasto ai maiali"

You May Also Like

About the Author: Cosimo Fazio

"Evangelista di zombi. Pensatore. Creatore avido. Fanatico di Internet pluripremiato. Fanatico del web incurabile."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *