Lacuna per riempire la difesa

Il CF Montreal è tornato dalla sua permanenza in Occidente con un successo alquanto inaspettato contro i Seattle Sounders e una sconfitta contro i LA Galaxy quando la squadra era considerata la più “da asporto” delle due.

Una sconfitta per 4-0 contro Los Angeles potrebbe essere stata un po’ “crudele”, come ha detto l’allenatore Wilfried Nancy, ma nel frattempo la difesa ha subito 33 gol in questa stagione in Major League Soccer, il secondo totale più alto del campionato. questo punto.

Tutto ciò, con obiettivi previsti a 23,4, il che significa che ci sono otto o nove obiettivi che avrebbero potuto essere evitati dall’inizio della campagna. Dimostra che anche se l’attacco funziona molto bene con 33 gol, che è il quarto in campionato, la difesa non riesce a mantenere una certa costanza. A metà stagione, la squadra ha avuto solo un’eliminazione dopo aver segnato otto gol nel 2021. Siamo anche molto vicini al record difensivo dell’anno scorso, che era di 44 gol subiti per tutta la stagione.

C’è ancora calcio da giocare nel 2022 ovviamente, ma siamo molto lontani dagli standard difensivi della scorsa stagione.

Segui la palla, ma non solo

Al centro degli errori difensivi del club c’è il cosiddetto “controllo di palla”, che è stato coinvolto in quattro dei cinque gol subiti nelle ultime due partite. Si parla tanto di “prendere informazioni” nel calcio, in primis a livello offensivo, dove il giocatore con la palla “scansiona” il campo e capisce cosa sta succedendo prima di prendere una decisione, ma questo aspetto riguarda anche la fase difensiva lato del gioco.

READ  Paris Saint-Germain-Manchester City, vendetta nell'aria

Tra questi quattro gol subiti, quello che notiamo più spesso è che i giocatori del Montreal hanno gli occhi fissi sulla palla. Il che è normale: tutti vogliono vedere la palla, cosa sta succedendo e stare attenti ai movimenti, ma è anche importante scansionare il campo con gli occhi per vedere cosa succede intorno a te, quindi non lo sei. Colto di sorpresa da un giocatore pericoloso che viene ignorato. Lo possiamo vedere sul gol di Jordan Morris a Seattle e sul primo gol di “Chicharito” Hernandez a Los Angeles, anche dopo la rete di Ryan Ravelloson.

La loro apparizione a Montreal è sempre stata ossessionata dalla palla, non prestando attenzione alla concentrazione di giocatori pericolosi che non ce l’hanno. Questo è un aspetto del gioco difensivo del CF Montreal che necessita di molti miglioramenti. Dobbiamo mettere un po’ d’ordine lì, perché l’attacco non segnerà sempre due gol a partita. Non c’è nulla di allarmante a questo punto, ma se la difesa non è sintonizzata, il CF Montreal avrà altre partite come lunedì.

Lo abbiamo visto contro il Seattle, squadra su cui il CF Montreal era probabilmente più cauto: i giocatori erano più attenti e concentrati e non abbiamo regalato altro che il gol di Morris. Ma contro i Galaxy siamo stati meno vigili, meno anticipati e, anche se non abbiamo dovuto subire quattro gol, abbiamo comunque lasciato che l’avversario giocasse in modo libero ed efficiente.

Credito immagine: Joe Nicholson-USA TODAY Sports

Il periodo di trasferimento infuriava

Come abbiamo visto qualche tempo fa, la MLS è cambiata e le squadre ora bramano i servizi dei giovani giocatori, anche se ci sono delle eccezioni. In questo senso, è interessante osservare l’approccio adottato dalla Rivoluzione del New England sotto la guida dell’allenatore Bruce Arena.

READ  Live Updates - NFL Playoff Scenarios, Updated Snatch Chances & More for Week 17

In passato, la squadra non ha mai venduto giocatori ad eccezione di Clint Dempsey e questo è successo più di quindici anni fa. Anche l’acquisto di giocatori non era una parte importante della filosofia del club. Dall’esistenza dell’Arena, Tajon Buchanan, Matt Turner e Adam Buksa sono stati venduti, portando 24 milioni di dollari nelle casse dell’organizzazione.

Ma non ci siamo fermati qui: il club ha acquistato anche alcuni giocatori per rilanciare il progetto e sostituire quelli che erano andati via, tra cui Dylan Borero, Giacomo Frione (dalla Juventus Torino) e il portiere Djorgi Petrovic.

Questo non era il modo di fare del club in passato, ma si è adattato a questa nuova era per essere competitivo anche se questa stagione finora è stata molto peggiore della scorsa stagione, con la squadra che è finita in cima alla classifica la classifica generale.

Prima di allora, Revolution e il suo proprietario Robert Kraft non erano un’opzione interessante per molti giocatori, perché non pensavamo che questo club avesse vere ambizioni. Ora il gioco è cambiato con “Revs” che sviluppa, vende e acquista giocatori.

Credito immagine: Winslow Townson-USA TODAY Sports

Toronto ritira il libretto degli assegni

Impossibile ignorare i recenti successi della squadra del Toronto FC, che finora non ha avuto una buona stagione. L’ultimo della lista è la partenza del trequartista Alejandro Pozuelo all’Inter Miami, che aprirà le porte all’arrivo dell’italiano Federico Bernardeschi, anche lui dalla Juventus.

I rapporti dietro le quinte ci dicono anche che il club sta cercando di ingaggiare il centrocampista canadese dei Colorado Rapids Marc Anthony Kay, un giocatore che l’allenatore del TFC Bob Bradley ha gestito a Los Angeles alcuni anni fa, il che ha molto senso. Non dimentichiamo gli arrivi di Lorenzo Insigne e Domenico Criscito, senza dimenticare i rumors sull’internazionale canadese Junior Howlett.

READ  Coppa Alfredo Penda | Carol Ann Canwell è arrivata 52 °

Non si fermano. Anche se la loro stagione non è stata stellare, spingono la banconota e non hanno paura di tirare fuori il libretto degli assegni per rilanciare questo club di qualità inferiore due anni fa. Inizialmente credevamo in una certa svolta giovanile a Toronto, ma si trattava soprattutto di dare occasioni ai giovani mentre il club stava attraversando i suoi livelli più bassi. Infine, scommettiamo ancora una volta sui veterani che sono ancora maggiorenni.

You May Also Like

About the Author: Fina Lombardi

"Fanatico della cultura pop. Ninja zombi estremo. Scrittore professionista. Esperto di Internet".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.