La Svizzera è pronta ad aiutare

La Svizzera è pronta ad aiutare

Il governo di Giorgia Meloni sbloccherà inizialmente almeno 100 milioni di euro di aiuti d’urgenza per le aree colpite dell’Emilia-Romagna, un’area considerata il “boschetto d’Italia” dove i danni incalcolabili sono destinati a essere record e dove sono morte 14 persone .

Sei mesi di pioggia sono caduti in sole 36 ore la scorsa settimana, facendo zampillare circa 20 fiumi, trasformando le strade in fiumi di fango e allagando vaste aree di terreni agricoli e molte fattorie. Questi movimenti dell’acqua e della terra hanno portato alla scoperta di 14 vecchie bombe che sono state scartate dagli Army Makers.

Enorme danno economico

Oltre alla perdita di vite umane, l’Emilia-Romagna, una delle regioni più ricche d’Italia che da sola contribuisce per quasi il 10% al PIL nazionale, ha subito un danno economico che è impossibile quantificare con precisione a questo punto.

Secondo il sindacato degli agricoltori Confagricoltura, dovranno essere sradicati almeno 10 milioni di alberi da frutto, un numero che potrebbe arrivare anche a 40 milioni.

La Regione vuole un gesto da Roma

Più di 600 strade sono rimaste chiuse lunedì, con la regione che stimava alla fine della scorsa settimana che sarebbero stati necessari circa 620 milioni di euro per ripristinare completamente la rete stradale.

Il capo della regione Emilia-Romagna, Stefano Bonaccini, ha chiesto al governo italiano di congelare immediatamente il pagamento di mutui, tasse e canoni a famiglie e imprese nelle regioni più colpite, e a lungo termine. Un piano globale per “la ricostruzione, la manutenzione e la sicurezza della regione”.

La Svizzera è pronta a mostrare solidarietà

In Svizzera, il Consiglio federale segue da vicino l’evoluzione del maltempo in Italia e le sue conseguenze. Rispondendo a una domanda dell’agenzia di stampa Keystone-ATS, il ministero federale degli Esteri (DFAE) ha confermato i contatti dello scorso fine settimana tra il capo della diplomazia, Ignacio Cassis, e il suo omologo transalpino, Antonio Tajani.

READ  Rilasciati sospetti nella caduta della funivia in Italia

“In questa occasione, il signor Cassis ha offerto il sostegno della Svizzera. La nostra ambasciata a Roma è in contatto con le autorità italiane su questo tema”, precisa il DFAE. Ufficialmente spetta all’Italia chiedere alla Svizzera ogni forma di aiuto.

You May Also Like

About the Author: Malvolia Gallo

"Appassionato di alcol. Piantagrane. Introverso. Studente. Amante dei social media. Ninja del web. Fan del bacon. Lettore".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *