La protezione solare previene l’abbronzatura della pelle?

Una soluzione “tutto schermo” non è sinonimo di formula anti-abbronzatura! Inoltre, è tempo di porre fine ad alcune delle idee ricevute…

Innanzitutto, tieni presente che la cosiddetta protezione “schermo intero” non esiste! Questa menzione è ora vietata anche sui manifesti. Tuttavia, troverai ovviamente indicatori di protezione molto elevati (50 è il più comune). Tuttavia, anche questo prodotti per la protezione solare Non è possibile garantire una protezione completa al 100%. Pertanto, è necessario seguire alcune regole di base:

  • Scegli l’indicatore di protezione appropriato in base al tuo tipo di luce;
  • Non esporsi tra le 12:00 e le 14:00 per evitare ulteriori danni ai raggi UV;
  • Esponiti al sole in modo graduale e delicato: inizia con sessioni di abbronzatura di 15 minuti e non esporti mai per lunghi periodi;
  • Riapplica la crema solare ogni due ore (o dopo in media due bagni di 20 minuti).

L’abbronzatura è un fenomeno naturale

L’abbronzatura è proprio un processo naturale per proteggerne la pelle luce solare ultravioletta. La melanina, un pigmento naturale, è incorporata nella superficie della pelle per evitare che questi raggi ultravioletti penetrino ulteriormente nelle cellule, il che può portare al cancro. Quindi è la melanina che crea questa famosa abbronzatura e ci vogliono diversi giorni prima che salga in superficie. Da qui la necessità di preparare delicatamente la pelle all’abbronzatura. Generalizzando, possiamo dire che i prodotti solari sostituiscono in parte la melanina assorbendo i raggi ultravioletti solari che vengono a contatto con la pelle. Ma questa protezione naturale dalla melanina non è sufficiente per proteggere dagli effetti dannosi dei raggi ultravioletti, che ha anche dei vantaggi: Lavora sul moraleIn particolare, la sintesi della vitamina D.

READ  Perché la malattia ti protegge dai tumori cerebrali?

Abbronzatura e schermo intero: che dire?

Come abbiamo visto, il concetto di protezione solare in realtà non esiste. Pertanto, i prodotti per la protezione solare non possono assorbire tutti i raggi UV che infliggono alla pelle. Il fenomeno dell’abbronzatura Quindi si parte naturalmente, anche con un SPF molto elevato (tipo SPF 50+), indipendentemente dalla consistenza del prodotto solare utilizzato (crema, liquido, lozione). Questa protezione è necessaria anche per evitare scottature (le famose scottature solari) e gravi malattie della pelle, come il cancro. Inoltre rallenta l’invecchiamento cutaneo causato dai raggi UV. Quindi usare la protezione solare ti permette di abbronzarti. Ancora meglio, permette di abbronzarsi in modo intelligente e in tutta sicurezza. Buono a sapersi: Il meccanismo dell’abbronzatura inizia dopo 15 minuti di esposizione continua al sole.